Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Benvenuti su Nikonland Questo sito è indipendente, è autofinanziato, non promuove e non raccoglie pubblicità. Non è collegato con Nikon, Nital o le loro sussidiarie

Nikonland non è una rivista periodica e non è quindi sottoposta alla normativa vigente 

 

SlowPrint
- - - - -

Nikon 500 mm F4 AF-I IF-ED


Duemila scatti in due ore danno la misura dello straordinario feeling con cui il recensore :
 

Immagine Allegata: _DSC5819.jpg


si é trovato con questo meraviglioso super teleobiettivo, tra le migliori ottiche mai prodotte da Nikon.

Si tratta della seconda realizzazione - dopo il fantastico manual focus con CPU 500/4 AIs P - di questa focale e questa apertura.
Incorpora la prima versione del motore interno per un autofocus rapidissimo. La versione AF-I, diversamente dalle attuali versioni AF-S, é gestita da una coppia di motori elettrici coreless, al posto del generatore di ultrasuoni.
Senza che questo si ripercuota eccessivamente sulle prestazioni (nell'uso normale non trovo differenze apprezzabili rispetto all'AF-S del 300/2.8, nell'inseguimento qualche impuntatura c'é, ma questo é un 500 mm ed é pure uno stop meno luminoso !), non dà fastidio ai cani ...

Costruito per durare tutta la vita di un fotografo ha un maniglione che può essere usato anche per il trasporto, in stile valigia :
 

Immagine Allegata: _DSC5821.jpg

A proposito di valigia, c'é proprio una valigia in alluminio per il trasporto :
 

Immagine Allegata: GC1538_DSCN9950.jpg

Il paraluce é in metallo ed é lunghissimo.
I filtri sono alloggiati nel classico cassettino posteriore e sono da 39 mm.
Geniale il polarizzatore con un sistema di ingranaggi a rotella che ne consentono un agevolissimo uso con il solo indice !
 

Immagine Allegata: _DSC5823.jpg

Immagine Allegata: GC1538_DSCN9951.jpg


L'AF-I Nikkor 500 F4 IF-ED é stato messo in produzione nel 1993 e fino al 1998, anno in cui é stato sostituito dalla prima versione AF-S.

Composto da uno schema a 9 lenti su 7 gruppi, ha un peso di 4,2 chilogrammi.
La messa a fuoco minima é di 5 metri.
Per evitare escursioni a vuoto della messa a fuoco é presente un selettore che consente di limitare il campo da 10 metri ad infinito, oppure in campo vicino, da 5 a 10 metri.
 

Immagine Allegata: 500mmPc.jpg

Dettaglio dei filtri da 39 mm

Immagine Allegata: 500mmPg.jpg

Dotazioni : filtri, paraluce, cappa parapolvere in pelle, cinghia di trasporto

Immagine Allegata: 500mmPe.jpg

Valigia in alluminio con due maniglie

Ne sono stati costruiti solamente 876 esemplari, numerati dal 200001 al 200876 tra il novembre 1994 e il luglio 1997 contro i 7.203 pezzi della versione AIs-P e gli oltre 3.000 delle versioni AF-S.
 

Immagine Allegata: _DSC5822.jpg

Come dicevo, la versione precedente la MF 500 F4 IF-ED P AIs, composta da uno schema di 8 lenti in 6 gruppi, é stata in produzione dal 1988 al 1993.
La resa ottica é molto simile con nitidezza e qualità dei colori ai massimi livelli.
Simile in tutto tranne che nella messa a fuoco, é però più compatto, con soli 2,95 kg.
 

Immagine Allegata: 500mmf4pifedside.jpg

Immagine Allegata: 500optic.gif

Nel 1997 invece, Nikon ha introdotto la prima versione del 500/4 motorizzato con il nuovo motore Nikon Silent Wave, con un nuovo schema ottico da 11 lenti in 9 gruppi, cassettino filtri da 52 mm, peso ridotto a 3,8 chilogrammi ma sempre con distanza minima di messa a fuoco di 5 metri.
Questo modello é stato rinnovato nel 2001 con l'introduzione di parti in carbonio che ne hanno limitato il peso a 3,4 chili con una lieve riduzione della minima distanza di messa a fuoco a 4,6 metri.
 

Immagine Allegata: afs2500mmf4edif.jpg

Il 500/4 AF-S é esteticamente molto diverso, più raffinato e più snello, con un attacco per il treppiedi più sottile (e meno robusto).

Mentre il 23 agosto 2007 é stata presentata la nuovissima versione che oltre al motore AF-S incorpora anche lo stabilizzatore e il gruppo di lenti con il trattamento ai nano-cristalli di argento :
 

Immagine Allegata: AF_S_500_VR.jpg


L'obiettivo é fantastico e splendidamente costruito ma a noi interessa ancora di più sapere come va.

Ebbene, io l'ho trovato stupefacente.

Non importa se si inquadri un soggetto lontano o vicino :
 

Immagine Allegata: _DSC5778.jpg

Blevio, primo bacino del lago di Como, inquadrato da Villa Olmo a circa 5.000 metri di distanza (non é un crop)

Immagine Allegata: _DSC5759.jpg

Bellezza al sole, lungo lago a circa 15 metri di distanza

il risultato é sempre esemplare per nitidezza, brillantezza e tenuta dei colori !

Soggetti umani :
 

Immagine Allegata: _DSC5596.jpg Immagine Allegata: _DSC5651.jpg
Immagine Allegata: _DSC5415.jpg Immagine Allegata: _DSC5421.jpg

Pennuti :

Immagine Allegata: _DSC3553.jpg

Immagine Allegata: _DSC3542.jpg

Immagine Allegata: _DSC4061.jpg

Immagine Allegata: _DSC3516.jpg

Quadrupedi :

Immagine Allegata: _DSC3684.jpg

Immagine Allegata: _DSC3735.jpg

Immagine Allegata: _DSC3738.jpg

Immagine Allegata: _DSC3353.jpg

Immagine Allegata: _DSC3712.jpg

Soggetti acquatici :

Immagine Allegata: _DSC3870.jpg

Immagine Allegata: _DSC5473.jpg

Immagine Allegata: _DSC3370.jpg

Immagine Allegata: _DSC3600.jpg

Con duplicatore TC-14E II per uno splendido 700/5.6 (da usare però solo in giornate fortemente assolate !) :
 

Immagine Allegata: _DSC5022.jpg

La perdita di dettaglio é irrilevante. La canoa é passata a circa 50 metri dalla riva. Non si tratta di un crop !



Immagine Allegata: _DSC4793.jpg

A un'ottantina di metri e attraverso una rete si ha la figura intera (non é un crop !) ...

Chi ha detto che il ritratto si fa solo col 105 mm ?
 

Immagine Allegata: _DSC5579.jpg

A circa 25 metri (non ? un crop !)



Immagine Allegata: _DSC3667.jpg

Immagine Allegata: _DSC3607.jpg

Immagine Allegata: _DSC3647.jpg


Questa é la gettoniera di un cannocchiale per turisti :
 

Immagine Allegata: _DSC5356.jpg

Una trentina di passi. La leggibilità é completa pur con una profondità di campo ridotta.

Ma ciò che trovo più straordinario é la capacità di strappare letteralmente il soggetto dallo sfondo, completamente dissolto :
 

Immagine Allegata: _DSC5177.jpg

Immagine Allegata: _DSC5331.jpg

Immagine Allegata: _DSC5759.jpg

Torniamo alla combinazione 500/4+TC14 = 700/5.6 :
 

Immagine Allegata: _DSC4759.jpg

A centro lago

Immagine Allegata: _DSC4693.jpg

A trenta passi

Conclusioni :


PRO :
Obiettivo straordinario, prestazioni stellari anche con il TC-14E, tra i migliori Nikkor di sempre
Costruzione al massimo livello, una spanna superiore alla versione attuale a mio avviso (specie il collare del treppiedi)
Durabilità eccezionale. Il modello in prova, il 200334 ha una dozzina di anni almeno ma non si vedono affatto !
Resa ottica, sfuocato, colori, nitidezza di prim'ordine.
E' in grado di bucare letteralmente le ombre !

CONTRO :
Il peso e la lunghezza richiedono particolare cura sia nel trasporto che nell'uso. E' impensabile usarlo a mano libera, senza un robusto monopiede, anche uno scatto ad 1/1000'' verrebbe mosso.
Il motore AF-I benché molto performante é inferiore all'attuale AF-S. Inoltre non esistono più i pezzi di ricambio e questo espone a rischio chi se ne dota.
Il diametro dei filtri non é compatibile con quello dell'attuale generazione (39 mm contro 52 mm). Il polarizzatore su queste ottiche é spesso indispensabile.

CONCLUSIONI :
Francamente non capisco perché molti fotografi naturalisti (e non) stanno cedendo questo genere di obiettivi per dotarsi del pi§ performante e moderno (ma tutt'altro che affascinante) 200-400/4 VR.
Il 500/4 nella versione AF é secondo me un'ottica impareggiabile con prestazioni del tutto paragonabili al 300/2.8 ma con 200 mm in più al costo di uno stop.
Insostituibile sia nella fotografia generale che in quella specialistica (sport in particolare e natura).
Più compatto e con una resa migliore del 600/4, secondo me é un must.
Piangerò lacrime inconsolabili quando dovrò restituirlo a fine mese ...

Con TC-17E, soluzione d'emergenza ma perfettamente utilizzabile per un 850 mm F6.7 (anche se fa tanto paparazzo).
Il battello era ad oltre due chilometri.
La ragazza faceva stretching all'ombra, sotto un albero, ad una cinquantina di metri.
Nessun crop.




Immagine Allegata: _D2X6441.jpg
Immagine Allegata: _D2X6507.jpg
Immagine Allegata: _D2X6508.jpg

Monza, test liberi di Formula Uno, 28 agosto 2007, variante della Roggia (non sono crop) :
 

Immagine Allegata: _D2X6728.JPG Immagine Allegata: _D2X6767.JPG

Immagine Allegata: _D2X6933.JPG Immagine Allegata: _D2X7387.JPG

Immagine Allegata: _D2X7942.JPG




***

 

Immagine Allegata: _DSC3988.jpg

Nikonland ringrazia sentitamente Ryuichi Watanabe di Newoldcamera per il prestito di questo obiettivo

Immagine Allegata: logo.gif

Test: Yes



7 Comments

Fantastico........bellissime immagini......
grazie
da lacrime agli occhi, dalla bellezza ovviamente, lascia senza parole.....anche il prezzo ovviamente....
iceformat
ago 13 2007 10:34
Devo ringraziare Mauro per averlo fatto provare, che dire in 5 minuti non si pu? cogliere tutti i segreti e le bellezze di questa ottica ma in compenso posso mostrarvi un p? di foto con il 500.

Immagine Allegata: volatili_0152.jpg

Immagine Allegata: volatili_0153.jpg

Immagine Allegata: francesco___quattroZ__23_.jpg

Immagine Allegata: francesco___quattroZ__21_.jpg
Indubbiamente un'altra ottica di classe del parco Nikon.
Invidiabile lo sfocato che si pu? realizzare, degno dei migliori 105 o 135 DC.
Nitidezza e incisivit? veramente superlativi.

Grazie Rudolf per le foto postate ad esempio delle performance di quest'ottica
Grazie Rudolf per averci mostrato il funzionamento di questa meraviglia.
La cosa che mi ha colpito di pi? ? la resa dello sfocato, davvero super!

Gerardo.
Ciao Rudolf,
rileggendo la tua bella review sul Nikkor 500mm AF-I, mi sono accorto che lo schema ottico ivi indicato ?: 9 lenti in 7 gruppi.
In realt?, il vero schema ottico del 500mm f/4 AF-I ? composto da 10 lenti in 7 gruppi (come correttamente indicato nel manuale e nel Service Repair Manual).
Tuttavia, molte volte viene indicato uno schema 9/7 che ritengo provenga dall'informazione (curiosamente errata) delle brochure dell'epoca.
Probabilmente, durante le fasi finali della progettazione, Nikon deve aver pensato di sostituire un doppietto collato con una lente singola, sostituzione che poi non ? mai stata effettuata nella produzione di serie.
Dunque, lo schema ottico definitivo e reale del Nikkor AF-I 500mm f/4 IF-ED ? composto da 10 lenti (di cui 3 a bassa dispersione) in 7 gruppi.
Per tutto il resto, condivido pienamente ogni altra considerazione su quello che ritengo uno dei migliori obiettivi mai realizzati da Nikon.
Da anni lo uso con massima soddisfazione, spesso in abbinamento al TC14E, con il quale fatico davvero a notare il seppur minimo calo di resa anche a TA. Molto molto meno performante in abbinamento al TC20E.
Ho letto che tu hai avuto modo di provarlo con il TC17E; potresti inviarmi (anche in mp) qualche immagine al 100% (magari dei crop) con il TC17E a TA (in modo da valutare l'eventuale acquisto del suddetto moltiplicatore)?

CIao

Toni
Foto
Mauro Maratta
nov 15 2009 10:17
Ti sconsiglio vivamente l'uso con il TC-17E anche in condizioni di emergenza.
La velocit? dell'autofocus decade a livelli inaccettabili e l'immagine si degrada comunque.

Nikon mi uccider? ma io considero un inutile parto della marketing il TC-17. L'unico moltiplicatore che vale la pena di utilizzare su obiettivi fantastici come questi ? il TC-14E. Il degrado c'? ma la partenza ? talmente elevata che non ? il caso di stare troppo a sottilizzare se serve allungare il tiro.

Sul lo schema hai sicuramente ragione tanto che in questo quadro di riepilogo ho correttamente riportato il giusto numero.
SlowPrint

0 user(s) are online (in the past 15 minutes)

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi