Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Benvenuti su Nikonland Questo sito è indipendente, è autofinanziato, non promuove e non raccoglie pubblicità. Non è collegato con Nikon, Nital o le loro sussidiarie

Nikonland non è una rivista periodica e non è quindi sottoposta alla normativa vigente 

 

SlowPrint
* * * * *

Nikon 300mm F4E VR PF: un mese sulla cresta dell'onda

Nikon PF 300mm Nikon AFS 300mm f/4PF Nikkor

Nikon AF-S Nikkor 300mm f/4E PF ED VR
 

Non sono molti gli obiettivi Nikon cui quest'anno ho potuto dedicare un articolo, meno che mai le novita', nonostante l'archivio 2015 Nikonland abbia superato il record di piu' di trenta recensioni su obiettivi di varie Case :
certamente pero' oltre al test su strada del 20/1,8 AFS di inizio anno, mi sarebbe mancato di non poter provare questo teleobiettivo rivoluzionario (per il mercato intero) che si definisce da se' con la chilometrica sfilza delle sigle che lo contraddistinguono
 

Immagine Allegata: pf.JPG

 
A darmene modo ci ha pensato, al solito, il mio amico Mauro Maratta che per poco piu' un mese, dalla fine di settembre all'inizio di novembre, ha fatto si che lo avessi a disposizione per maturare un pensiero in proposito.
Per quanto gia' da lui ben messo in risalto nel suo test in agosto, specificamente in senso tecnico, rimando appunto a quel suo articolo, mentre qui vorrei spendere qualche parola in piu' sulle velleita' di questo peso piuma fra i 300mm in relazione alla sua duttilita',  la dote che, a mio avviso, meglio lo caratterizza in sintesi.
 
Cominciamo subito a dire che tra quella selva di sigle della foto commerciale qui sopra, per prima campeggia quella FX a definire il formato dell'obiettivo: che poi sia questa la prima delle caratteristiche a potersi piegare al servizio delle opportunita' che cerchi il fotografo, grazie all'elevata densita' di pixel nei sensori FX di attuale generazione, per la quale facilmente, riducendosi al formato DX darebbe modo di utilizzare questo tele con un angolo di visione di un 450mm f/4 senza bisogno di alcun moltiplicatore
 

(cosi' come utilizzandolo direttamente su di una reflex DX di gamma alta, proprio come suggerito da Mauro nel suo articolo)

Immagine Allegata: ccs-1-0-07475200-1433082879.jpg

 
Poi, certo, quella sigla PF = Phase Fresnel (lens), che identifica nell'elemento ottico (colorato in verde nello schema) la rivoluzionaria idea che definisce questo e pochissimi altri progetti, (da poco anche Sigma al riguardo dichiara work in progress) nell'intento di compensare l'aberrazione cromatica che affliggerebbe quest'obiettivo in assenza di questa correzione ottica e che consente la costruzione corta e compatta che distingue, dagli altri pari focale, questo Nikon.
 
A seguire, la lettera E dopo il valore di apertura massima, a significare la presenza di quel diaframma elettromagnetico che fa abdicare finalmente da leveraggi e rimandi che aumentano pesi, tolleranze e costi di quegli obiettivi che non ne siano dotati.
 
Poi tutto cio' che ci si aspetta da una realizzazione moderna, come il coating alla fluorite ed i vetri speciali ED a bassa dispersione, il sistema di riduzione delle vibrazioni VR di seconda generazione,  il motore SWM in effetti ben efficiente nelle prove che ho effettuato, i nanocristalli, la struttura IF della messa a fuoco, cosicche' non cambino le dimensioni del barilotto alle piu' corte distanze di maf ed il trattamento SIC di ottimizzazione alle stesse distanze, da ultimo, ma non per ultimo, il peso realmente contenuto di soli 755 grammi.
 
Tutte ragioni di acquisto, nonostante un prezzo di vendita non esattamente invogliante.
 




Test: Yes



24 Comments

Foto
Mauro Maratta
dic 30 2015 08:23

Un 300mm grande poco più di un 105mm è uno strumento impagabile e tu lo confermi con fotografie anche più generaliste delle mie.

Non mette in soggezione, non allarma. Si porta senza rinunce e senza sovrappesi.

 

Il sovrappeso di listino imposto da Nikon in qualche modo comincia ad alleggerirsi.

 

Dovesse uscire un bis di focale più lunga potrebbe renderlo ancora più ... leggero, anche per il portafogli.

 

Io però intanto me lo godo. E' l'unico Nikon dell'ultimo decennio che ho trattenuto a casa :)  L'altro è l'inarrivabile 300/2.8 VR II :marameo:

Sembra una lente eccezionale.

Peccato abbia perso la caratteristica che faceva la vecchia 300/4 un vero tuttofare ovvero la minima distanza di messa a fuoco che permettava di fare anche macro. 

Ma non si può avere tutto dalla vita...

Foto
Silvio Renesto
dic 30 2015 13:30

 

Peccato abbia perso la caratteristica che faceva la vecchia 300/4 un vero tuttofare ovvero la minima distanza di messa a fuoco che permettava di fare anche macro. 

 

 

Non l'ha persa per nulla, mette a fuoco a 1,4m esattamente come l'altro.

Foto
Max Aquila
dic 30 2015 14:48

Non l'ha persa per nulla, mette a fuoco a 1,4m esattamente come l'altro.


Non so se hai visto tra le foto in campagna quella alla farfalla a minima maf e a ta
Foto
Mauro Maratta
dic 30 2015 14:50

Non mi è mai venuta l'ispirazione di montarlo con un tubo di prolunga e magari un TC 14 :) :) chissà l'effetto che fa, anche a mano libera con quello stabilizzatore che ferma i tremiti anche ad 1/20'' :) (altro che il vecchio 300 con il collarino con i chiodi da dobermann) ;)

 

Non l'ha persa per nulla, mette a fuoco a 1,4m esattamente come l'altro.

Ah scusa! Devo aver guardato male!

 

Cmq Mauro provalo con TC20 (che mi pare hai) così capiamo se degrada lo stesso. Col TC14 so già che avrai risultati sbalorditivi.

Foto
Mauro Maratta
dic 30 2015 16:28

Ah scusa! Devo aver guardato male!

 

Cmq Mauro provalo con TC20 (che mi pare hai) così capiamo se degrada lo stesso. Col TC14 so già che avrai risultati sbalorditivi.

 

 

Che mi pare di aver già ampiamente documentato un bel 6 o 7 mesi fa :

 

24/08/2015 - Nikon 300mm F4E VR PF : il peso piuma (test/prova) 

 

non è il tuo giorno fortunato oggi ... :)

Foto
Max Aquila
dic 30 2015 16:36

Ah scusa! Devo aver guardato male!

 

Cmq Mauro provalo con TC20 (che mi pare hai) così capiamo se degrada lo stesso. Col TC14 so già che avrai risultati sbalorditivi.

 

 

 

 

Che mi pare di aver già ampiamente documentato un bel 6 o 7 mesi fa :

 

24/08/2015 - Nikon 300mm F4E VR PF : il peso piuma (test/prova) 

 

non è il tuo giorno fortunato oggi ... :)

 

 

 

 

Che peraltro avevo ricordato a pag 1 anch'io...  :marameo:

 

 

 

A darmene modo ci ha pensato, al solito, il mio amico Mauro Maratta che per poco piu' un mese, dalla fine di settembre all'inizio di novembre, ha fatto si che lo avessi a disposizione per maturare un pensiero in proposito.
Per quanto gia' da lui ben messo in risalto nel suo test in agosto, specificamente in senso tecnico, rimando appunto a quel suo articolo, 

 

 

Che mi pare di aver già ampiamente documentato un bel 6 o 7 mesi fa :

 

24/08/2015 - Nikon 300mm F4E VR PF : il peso piuma (test/prova) 

 

non è il tuo giorno fortunato oggi ... :)

Si vabbè non mi ricordo cosa ho mangiato a colazione, figuriamoci una recensione di ben 4 mesi fa...  :emoticon-divertenti-08:

 

EDIT: mi correggo! Quell'articolo me lo sono fumato!!! Ora me lo leggo. 

PS: perlomeno ora ho la speranza di non essermi bruciato totalmente i neuroni...  :marameo:

Foto
Silvio Renesto
dic 30 2015 20:05

Se ultimamente non mi fossi rinc...itrullito più del solito, questo sarebbe l'unico oggetto fotografico che mi sarei dovuto realmente comprare.

:(

Foto
Leonardo Visentėn
dic 31 2015 07:37

Domanda:

 

in questa foto Immagine Allegata: ccs-2-0-41868900-1451263564.jpg

 

si nota uno spiccato effetto swirl... Come si comporta in tal senso rispetto agli altri tele-supertele di vostra esperienza?

Foto
Mauro Maratta
dic 31 2015 08:10

Se ti riferisci all'effetto sullo sfuocato in primo piano (arrotolato o no) ne ho ampiamente dibattuto nel mio test (qui e nei commenti, anche in confronto al 300/2.8 VR).

 

Più in generale ritengo che questo 300mm sia da utilizzare stringendo sul soggetto (o, almeno, è quello che faccio io) ;)

Foto
Max Aquila
dic 31 2015 08:41

Domanda: in questa foto http://www.nikonland...-1451263564.jpgsi nota uno spiccato effetto swirl... Come si comporta in tal senso rispetto agli altri tele-supertele di vostra esperienza?

e se guardi anche quest'altra ti accorgi di questa caratteristica di sfuocato

Immagine Allegata: ccs-2-0-69399000-1451263648.jpg

sulla vegetazione in primo piano e appena dietro le ali della farfalla

(qui siamo alla minima distanza di maf)

 

Non si tratta di un ottica dalle caratteristiche sostitutive a quelle di altri super tele: ma di un obiettivo che serve a permettersi di portarlo dappertutto con risultati di volta in volta gestibili, sempre.

 

Sono convinto che con un sensore piu' performante di quello della mia Df/D4 possa ulteriormente colpire per dettaglio.

 

Ma se si fanno le cose per bene, mettendo il fuoco sul primo piano e sfuocando dietro nulla potra' impensierire.

 

Io mi complico la vita tentando spesso di invertire i poli...

Foto
Leonardo Visentėn
dic 31 2015 08:55

Mi riferisco all'effetto "rotazione" che assomiglia (in minor misura) a questo

 

Immagine Allegata: blogger-image--1107740646.jpg

 

Immagine Allegata: cf06f97516733fddb2def03d17e19c25.jpg

 

 

caratteristica dell'Helios 44M di epoca Zenit, che molti al giorno d'oggi hanno acquistato proprio per sfruttare questa caratteristica.

Foto
Max Aquila
dic 31 2015 08:59

Mi riferisco all'effetto "rotazione" che assomiglia (in minor misura) a questo

 

attachicon.gifblogger-image--1107740646.jpg

 

attachicon.gifcf06f97516733fddb2def03d17e19c25.jpg

 

 

caratteristica dell'Helios 44M di epoca Zenit, che molti al giorno d'oggi hanno acquistato proprio per sfruttare questa caratteristica.

queste mi sembrano piu' distorsioni indotte che caratteristiche "pure" di quell'obiettivo.

 

Nel Nikon la linea sinusoidale su cui si articola lo sfuocato e' molto piu' naturale ed....accettabile.

Foto
Leonardo Visentėn
dic 31 2015 09:14

queste mi sembrano piu' distorsioni indotte che caratteristiche "pure" di quell'obiettivo.

 

Nel Nikon la linea sinusoidale su cui si articola lo sfuocato e' molto piu' naturale ed....accettabile.

 

Nel mio piccolo, e su APS-C (quindi croppando tutta la parte più evidente dello swirl), l'ho ottenuto:

 

post-1703-0-18376100-1433886602_thumb.jp

 

Come detto sopra, sicuramente il Nikon è molto più "discreto" e morbido, come effetto.

Foto
Paolo Tagliaro
dic 31 2015 14:08

Quell'effetto è dovuto alla vignettatura meccanica dell'obiettivo: se la copertura è appena giusta e non c'è caduta di luce sufficiente da "nasconderla" si ha quell'effetto a tutta apertura, chiudendo un po' il diaframma i cerchi dello sfocato (a "occhio di gatto") diventano circolari e sparisce l'effetto.

Se lo cerchi su un Nikkor puoi trovarlo nel 105 VR, per a mio avviso più gradevole perché accompagnato dalla caduta di luce che lo rende meno "invadente".

Foto
Mauro Maratta
gen 02 2016 15:51

Mia@EuRossModels, Nikon D810, Nikkor 300/4E PF, profilo flat

 

Immagine Allegata: _D8X5217.jpg

Immagine Allegata: _D8X5228.jpg

Immagine Allegata: _D8X5228_100.jpg

100%, nessuna postproduzione

 

per tornare all'oggetto del test e bandire helios_e_i_suoi_effetti_tesi :marameo:

Foto
Gianlu81
Oggi, 16:43

Ciao a tutti, 

dopo aver letto i due test e tutti i commenti in merito a questa lente, dalla quale sono molto attratto (mi attira una tale lunghezza focale abbinata al vr e alla compattezza e leggerezza della lente), vi chiedo: la portereste con voi per un viaggio negli USA (parchi e costa ovest, un classico) insieme a 12-24 e 24-70?

L'alternativa sarebbe il bighiera (che già ho).

L'idea per entrambe, è di usarle per fare degli scatti alternativi ai classici panorami, dei ritagli di dettagli, dei ritratti, etc mi spiego..? Usarli un pò per foto "street", passatemela...

Grazie!

Foto
Mauro Maratta
Oggi, 16:47

Io il 300/4E PF lo porterei (e lo porto) ovunque.

Non è più grande (e pesante) di un 24-70/2.8.

Anzi, tra i due, è lo zoom che io lascerei a casa.

Foto
Gianlu81
Oggi, 17:57
La tua predilezione per i fissi lunghi è nota Mauro, figurati uno così compatto e leggero! Il mio intento era mantenere una certa versatilità per un viaggio dove nn so cosa mi troverò davanti. Almeno non tutto.. Ma il 300 così compatto mi attira molto come tele. Solo nn vorrei trovarmi spiazzato passando dal 24-70 direttamente te al 300 :) per questo chiedevo un consiglio alla vostra esperienza
Foto
Silvio Renesto
Oggi, 18:12

Viste le destinazioni direi che il 300 PF è un compagno di viaggio irrinunciabile. Leggo nel profilo che hai la D700; su formato pieno il passaggio a 300 è meno drammatico che su Dx (casomai qualche passo indietro).

Foto
Gianlu81
Oggi, 18:36
Quindi mi state dicendo che il gap da 70 a 300 non sarà poi un così grave problema?
(Posso anche portare l'85 volendo)
Foto
Francesco64
Oggi, 22:12

Da quelle parti, se ti interessa, col 300 puoi fotografare diversi animali.

Non partirei mai per una vacanza del genere senza un tele, ma qui si entra nelle preferenze personali.

 

Quando andai nei parchi io avevo 28, 50, 100 e 300.

Per le focali corte pero' molto meglio uno zoom, perche' sono posti sabbiosi e ventosi, il cambio di ottica e' una vera seccatura in quelle condizioni.

SlowPrint

0 user(s) are online (in the past 15 minutes)

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi