Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Benvenuti su Nikonland Questo sito è indipendente, è autofinanziato, non promuove e non raccoglie pubblicità. Non è collegato con Nikon, Nital o le loro sussidiarie

Nikonland non è una rivista periodica e non è quindi sottoposta alla normativa vigente 

 

SlowPrint
- - - - -

Nikon 105mm f/2,8 AFS VR


Un incredibile concentrato di tecnologia. Splendido nel suo complesso, sia otticamente che meccanicamente.
 
 

Immagine Allegata: afs10528.jpg

 
 

Immagine Allegata: _MAX9221.jpg

 

 


Tutte le foto del test sono realizzate con una Nikon D200

 
 
 
L'ottica in questione è prima di tutto un incredibile concentrato di tecnologia. Contiene quasi tutte le tecnologie più avanzate di Nikon applicate alle ottiche, gli manca solo di incorporare le lenti Super ED (quelle presenti nel 200mm f/2 AFS, per intenderci). 
Dispone infatti di motore ad ultrasuoni (AFS), di un efficacissimo sistema di riduzione delle vibrazioni (VR) e del rivestimento antiriflessi Nikon N (nanocoated lens).
Lo strumento in questione è massiccio, compatto e trasmette una gradevolissima sensazione di robustezza e solidità. In una parola: splendido! E questo valga per non dare dubbi sulla validità del progetto... appunto splendido nel suo complesso, sia otticamente che meccanicamente ! Un gioiello, non un gioiellino però, vista la sua massa ! :wub:
 

Immagine Allegata: _MAX9223.jpg

 
Il paraluce è in plastica...
 

Immagine Allegata: _MAX9225.jpg   Immagine Allegata: _MAX9226.jpg

 

Immagine Allegata: _MAX9227.jpg

 
 
La parte di barilotto che ospita gli interruttori AF/M e quello per il VR, nonchè la finestrella con le distanze di messa a fuoco e il rapporto di ingrandimento, NON è in metallo, ma di materiale plastico (anche se di ottima qualità e finitura, tale da trarre in inganno un occhio non attento). Anche la parte frontale (innesto filtri) è in materiale plastico (e qui avrei forse preferito il metallo, anche se la plastica in effetti non si deforma se subisce piccoli urti)... la ghiera di messa a fuoco (generosa e comoda) e la parte nera verso l'innesto (fissata da quattro viti) dell'obiettivo sono invece di metallo.
 
 

Immagine Allegata: _MAX9229.jpg

 

 
L'anello circolare nero che circonda la prima lente frontale non ho capito se ? in lamierino o in plastica, ma trovo che sia troppo sottile: avrei preferito un solido anello avvitato a consolidare il tutto...
 

Immagine Allegata: _MAX9230.jpg

 
 
Ecco la vignettatura a f/2,8 e l'obiettivo focheggiato a infinito:
 

Immagine Allegata: vigne_2_8_infinito.jpg

 

 
Vignettatura che si riduce a livelli bassissimi quando si 'scende' al rapporto di riproduzione 1:1 sempre a TA (con un rapporto f/n effettivo che però, come indicato anche nel mirino, si porta a f/4,8):
 

Immagine Allegata: vigne_2_8_1_1.jpg

 

 
 
Prime foto: fatte con uno sfondo in cartoncino azzurro (come quelle all'obiettivo) e un flash SunPack non TTL (l'ho usato in manuale)... è il motivo per cui alcuni test più sotto hanno previsto una variazione degli ISO, piuttosto che un controllo dell'emissione flash.
 
 

Immagine Allegata: _MAX9243.jpg   Immagine Allegata: _MAX9244.jpg

 
 
La prima con flash sparato a destra del soggetto, la seconda col lampo diretto al soffitto.
 

Immagine Allegata: _MAX9233.jpg

 

Ecco l'oggetto di alcuni test visibili più sotto: scatto effettuato con il 105 a f/2,8. Notate lo stacco deciso tra le zone a fuoco e quelle fuori fuoco: a queste distanze l'obiettivo mostra uno sfocato gradevole, netto, adattissimo ai suoi scopi.
 

Immagine Allegata: _MAX9237.jpg

 
 
Qui sopra siamo ad un rapporto di riproduzione di circa 1:3; i due scatti successivi raggiungono il rapporto 1:1 ...
 

Immagine Allegata: _MAX9238.jpg

 

Immagine Allegata: _MAX9239.jpg

 
 
Ancora ad un rapporto di circa 1:4 ...
 

Immagine Allegata: _MAX9241.jpg

 
 
Qui sopra è visibile uno scatto all'ingrandimento 1:1 per la scena presentata sotto poi in crop al 100% a vari diaframmi: da TA (f/2,8) a f/16:
 

Immagine Allegata: confronto_1_1.jpg

 

Immagine Allegata: confronto_2_1_1.jpg

 
 
 
Sempre l'immagine di cui sopra, tagliata a crop del 15% per rendere idea della variazione della profondità di campo ai vari diaframmi...
 

Immagine Allegata: confronto_3_1_1.jpg

 
 
Perdonate la perdita di dettaglio nei crop al 100% per i diaframmi più chiusi di f/8 (miglior diaframma): per ovviare all'impossibilità di regolare l'intensità del mio flash ho variato gli ISO in ripresa. Da f/8 in poi chiudere il diaframma non porta ad un aumento di nitidezza (che viceversa degrada), ma solo di profondità di campo.
 
Una bolla di sapone presa al volo, avevo piacere di mostrarvela...
 

Immagine Allegata: _MAX9032.jpg

 
A mano libera, luce ambiente e con VR attivato: siamo nell'ambito della fotografia a distanza ravvicinata e il VR si è dimostrato molto efficace per tempi intorno al reciproco della lunghezza focale dell'obiettivo; si possono tentare scatti fino a circa 1/50sec a questi ingrandimenti... Senza VR nessuna di queste foto sarebbe stata neppure accettabile.
 
 
1/125 f/3,2 ISO200
 

Immagine Allegata: _MAX8824.jpg

 
 
1/80sec f/8 ISO800
 

Immagine Allegata: _MAX8826.jpg

 
 

1/4sec f/36 ISO800
 

Immagine Allegata: _MAX8825.jpg

 
 

L'ultimo scatto mostra chiaramente la corda dei limiti del VR. Gli scatti sono utili per rendere visivamente conto dell'incremento di profondità di campo ottenuta chiudendo il diaframma.
 
 
1/60 f/4,2 ISO100 flash incorporato; decisamente da non usare a TA per la macrofotografia (qui siamo tra un rapporto 1:2 e 1:1 - il ragnetto era piccolissimo): il problema a TA è rappresentato da un certo grado di aberrazione cromatica; la nitidezza raggiunge livelli eccellenti intorno a f/8, come da manuale... questi due scatti (crop al 50%) sono realizzati il primo a f/2,8, il secondo a f/5,6.
 
 

Immagine Allegata: ragno_1.jpg

 

 

Immagine Allegata: ragno_2.jpg

 

 
 
Ecco uno scatto effettuato ad una lucertolina con il flash incorporato della D200 (f/5,6 - 1/200sec - ISO 100):
 

Immagine Allegata: _MAX9578.jpg

 
E il suo crop al 100%
 
 
 

Immagine Allegata: croplucertola.jpg

 

Una foto ritratto presa al volo...
 

Immagine Allegata: _MAX8730.jpg

 
 
... ed una serie di scatti per rendere conto dello sfocato da f/2,8 a f/8:
 
 
Immagine Allegata: _MAX9556.jpg
 
Immagine Allegata: _MAX9557.jpg
 
Immagine Allegata: _MAX9558.jpg
 
Immagine Allegata: _MAX9559.jpg
 
 
CONCLUSIONI
</font></div>
 
Diciamo che sarà breve nelle conclusioni: spero che le immagini che ho portato ad esempio siano esplicative ! :lol: 
 
Posso però dire che nonostante l'ottica sia polivalente ed utilizzabile a tutto tondo (per paesaggi, ritratti, street, ecc.) è comunque un obiettivo MICRO NIKKOR e come tale fortemente specializzato alle riprese a distanza ravvicinata e macro, applicazione per la quale dà il meglio di sè con risultati di eccezionale livello.
 
Posso rimproverargli una certa vignettatura a F/2,8 per le medie e grandi distanze (in macro la vignettatura non è più un problema) e una resa a distanze di messa a fuoco prossime a infinito che si ottimizza negli angoli estremi chiudendo di almeno un diaframma.
 
Ancora a TA è presente e visibile un certo grado di aberrazione cromatica che se da un lato contribuisce a rendere piacevoli i ritratti fatti con quest'ottica (insieme alla comunque gradevole vignettatura), dall'altro rimane comunque un problema anche in macro: per ovviare mi sembra di poter dire che il diaframma di lavoro (intendo: per risultati perfetti ad elevati ingrandimenti) più aperto si attesta a f/5,6.
 
Meccanicamente e operativamente l'ottica è vicina alla perfezione: un concentrato di Know-How Nikon.
:bravo:
 
 
Una piccola aggiunta sulla variabilit? degli esemplari: di seguito potete vedere alcuni scatti - messi gentilmente a disposizione di Nikonland da Eric Zhang (potete vedere alcuni suoi scatti il modello da noi testato differisce ulteriormente, pur essendo made in Japan.
 

Immagine Allegata: 105_vr_left_made_japan_6.jpg

 

Qui le differenze tra le scatole:
 

Immagine Allegata: 105_vr_left_made_japan_0.jpg

 

Immagine Allegata: 105_vr_left_made_japan_7.jpg   Immagine Allegata: 105_vr_left_made_japan_3.jpg

 

Immagine Allegata: 105_vr_left_made_japan.jpg

 
Piccole differenze che vanno notate...
;)
Test: Yes



148 Comments

Foto
Adriano Max
mar 17 2012 21:25
Uno scatto a TA con il TC_17: 180mm f/4,8:

Immagine Allegata: MAX_5900.jpg

Crop al centro. Per le mie necessità l'accoppiata è di alta qualità e sfruttabilissima...

Immagine Allegata: Screen Shot 2012-03-17 at 9.18.53 PM.png

Visto che sono un misurone non appena avrò l'ispirazione farò degli scatti comparativi con e senza TC sul 105 Micro VR.
:P

Ciao,
Adri.
Foto
Adriano Max
apr 13 2012 15:02
Intanto uno scatto serale ... ho fatto anche degli scatti di comparazione tra 105 liscio e 105 moltiplicato con il TC_17 e i crop per emulare il moltiplicatore a partire dagli scatti 'lisci' e devo dire che con questa lente il TC_17 raggiunge i suoi scopi... appena riesco vi faccio partecipi delle prove...

Immagine Allegata: MAX_6892.jpg

Ciao,
Adri.
Foto
Adriano Max
apr 24 2012 14:16
Ciao,
con questo obiettivo dalla mia esperienza da misurone :P e qualche prova, il TC_17 è un'opzione leggermente migliore del crop su D700:

scena complessiva con il 105mm (cliccate sulle immagini per ingrandirle):

Immagine Allegata: MAX_6751.jpg


Crop al centro dove a sx c'è il 105mm VR liscio a f/4,5 (non a TA, quindi) e a dx l'equivalente 180mm f/4,8 (a TA, quindi) ottenuto col 105 + TC_17

Immagine Allegata: 105_180_4.5_4.8_centro.jpg
105 vs '180'


Crop al bordo più esterno raggiungibile sul fotogramma a 180mm (croppando oltre sul 105 l'immagine si deteriora in modo significativo solo agli angoli):

Immagine Allegata: 105_180_4.5_4.8_lato.jpg
105 vs '180'

Ciao,
Adriano.
Ciao Adriano,
prova interessante che a vederla pare proprio confermi quanto dici (e non di pochissimo).

Peraltro, come già detto altrove, anch'io ritengo che il TC17 possa dire la sua abbinato a questo vetro.
La tua "misura" :) va in quella direzione.

Un salutone.
Luigi
Foto
Adriano Max
apr 24 2012 15:19

Ciao Adriano,
prova interessante [...]


Eh, se mi fate scrivere altro poi esagero... comunque l'uso e le prove mi confortano ogni volta.

In aggiunta posso dire che chiudendo il diaframma sotto f/4,8 (diaframma massimo raggiungibile a infinito, perché a distanze ravvicinate questo micro si comporta più come un f/3.3) non si ottiene un aumento in risoluzione (forse uno zic in contrasto, ma siamo in area misuronica, forse ininfluente in stampa) e tutto sommato come 180mm equivalente non mi fa rimpiangere eccessivamente il 180mm f/2,8 AFD (da f/5, naturalmente, perché poter aprire a f/2,8 è impagabile) !

Grazie,
Adriano.
Foto
Adriano Max
giu 06 2012 08:32
Ecco, ho usato il Micro 105mm f/2,8 AFS con il 1,7x con tre polarizzatori davanti tenuti a mano, senza cavalletto ... avevo credo giusto qualche secondo prima che il fenomeno svanisse ... mi sono svegliato al pelo per vederlo ... scavalcando una recinzione, attraverso una ragnatela tra il sonno e tutto, ma ecco il supercroppato transito di Venere sul Sole tra l'altro velato di nuvole: ma quanto ho rimpianto un 300mm ?!
:P

Immagine Allegata: _MAX7567.jpg

Ciao,
Adri.
Foto
Mauro Maratta
giu 06 2012 08:51
Nella mia esperienza di fotografo nei due servizi fatti sinora, trovo il 105/2.8 VR particolarmente a suo agio con la D800E (o viceversa, fate voi), sia per le caratteristiche ottiche che consentono grande flessibilità sia per la presenza della stabilizzazione che allontana i rischi di mosso con tempi non rapidissimi.

Ovviamente senza né filtri né aggiuntivi ottici, in tandem con il 70-200/2.8 VR II per effetti più spinti sul lato tele ;)
Foto
giannizadra
giu 06 2012 08:53

Ecco, ho usato il Micro 105mm f/2,8 AFS con il 1,7x con tre polarizzatori davanti tenuti a mano, senza cavalletto ... avevo credo giusto qualche secondo prima che il fenomeno svanisse ... mi sono svegliato al pelo per vederlo ... scavalcando una recinzione, attraverso una ragnatela tra il sonno e tutto, ma ecco il supercroppato transito di Venere sul Sole tra l'altro velato di nuvole: ma quanto ho rimpianto un 300mm ?!
:P

Adri.


Tre polarizzatori?
Vendine almeno due...
Col ricavato, senza aggiunte, potrai acquistare un Samyang 500/8 a lenti (126 €). Pare che se la cavi benino per impieghi statici su treppiede.
http://www.canon-boa...ead.php?t=48319
Foto
Adriano Max
giu 06 2012 09:24

Tre polarizzatori?
Vendine almeno due...
Col ricavato, senza aggiunte, potrai acquistare un Samyang 500/8 a lenti (126 €). Pare che se la cavi benino per impieghi statici su treppiede.
http://www.canon-boa...ead.php?t=48319


Quello avevo e questa è la presa che ho fatto ... di polarizzatori ne ho ben più di tre e me li tengo perché mi piacciono; in questo caso purtoppo ho dovuto scattare proprio al 'volo', nonostante il fenomeno fosse previsto con largo, larghissimo margine !!
;)

Ciao,
A.
Foto
Mauro Maratta
giu 07 2012 08:40

Quello avevo e questa è la presa che ho fatto ... di polarizzatori ne ho ben più di tre e me li tengo perché mi piacciono; in questo caso purtoppo ho dovuto scattare proprio al 'volo', nonostante il fenomeno fosse previsto con largo, larghissimo margine !!
;)

Ciao,
A.


Qualcuno invece si è preparato per tempo ed ha usato dei bei filtroni :

D800 con specchio da 10 pollici :
http://forums.dprevi...essage=41710623

V1 con rifrattore da 80 mm :
http://forums.dprevi...essage=41710440
Ieri ho fatto quanche scatto di prova con i mei due nuovi 105 (DC e VR Micro).
Devo ancora svilupparli, ma del Micro VR ho notato finalmente una caratteristica che non avevo mai trovato nei VR precedenti che ho avuto (70-200 VR I, 2x 70-300).

Il VR attivo con tempi veloci non rovina praticamente mai l'immagine!!!! :occhiali:

Finalmente un VR Nikon che non impone di disattivare l'antivibrazione nelle foto di tutti i giorni. :)
Temevo di dovermi rivolgere per forza a Sigma... :rolleyes:
a_

P.S. Bestia, quanto é grosso e quanto pesa... :(
Foto
Mauro Maratta
feb 03 2013 13:26
Il 105/2.8 VR è un obiettivo al di sopra di ogni sospetto.
VR e AF sono perennemente innestati per me.
E si comporta benissimo anche con la V1, anzi, sembra fatto anche per lei :) ma è con la D800 che porta ai limiti il sistema ;)
Foto
Adriano Max
ago 29 2013 07:26

L'ottica in questione è prima di tutto un incredibile concentrato di tecnologia. Contiene quasi tutte le tecnologie più avanzate di Nikon applicate alle ottiche, gli manca solo di incorporare le lenti Super ED (quelle presenti nel 200mm f/2 AFS, per intenderci). 
Dispone infatti di motore ad ultrasuoni (AFS), di un efficacissimo sistema di riduzione delle vibrazioni (VR) e del rivestimento antiriflessi Nikon N (nanocoated lens).

 

 

[...]

 

 

Clicca qui per leggere l'article

quante versioni ne esistono, nel'articolo si sottolinea la differenza tra due modelli apparentemente identici , MA..

 

che mi dite in più per una corretta guida all'acquisto?

 

Grazie

Foto
Mauro Maratta
mar 26 2014 13:57

In realtà l'apparecchio è identico.

 

Nella pratica cambiano i numeri di matricola in funzione della fabbrica di origine :

 

  • matr. 200001 - 391790 - prodotti dal febbraio 2006 al 2009 in Giappone
  • matr. 2000001 - 2073543 > prodotti dal 2010 in Cina per il mercato globale
  • matr. 6000001 - 6032758 > prodotti dal 2010 in Cina per Nikon Usa

quindi l'ideale è quello prodotto i japan?

come mai si sottolinea la differenza se il prodotto è il medesimo?

domanda forse idiota ma la lente in questione è sempre VR2

ci sono dei distinguo qualitativamente?

il made in cina sinceramente mi lascia un po perplesso.

ne sto cercando uno usato e vorrei andare a colpo sicuro

 

grazie

Foto
Mauro Maratta
mar 27 2014 08:10

La differente numerazione è un'abitudine Nikon, serve per i registri interni e per stabilire la provenienza di un pezzo se rientra in assistenza.

 

Per la mia esperienza non dovrebbero esserci differenze importanti tra le divesse serie. Il mio consiglio per andare a "colpo sicuro" con un usato è quello di comperarlo presso un negozio serio che offra una garanzia "sicura" come, per esempio Newoldcamera di Milano.

Cambiare il motore AF-S o il gruppo VR di un obiettivo complesso del giorno d'oggi può essere una cosa dolorosa quanto il prezzo d'acquisto ...

Foto
Adriano Max
dic 11 2014 11:10

Finalmente Photozone ha recensito quest'ottica: http://www.photozone...korafs10528vrfx

 

Ciao,

Adri.

Foto
Valerio Brùstia
dic 11 2014 15:37

E' fantastico

 

Grazie Roby!

Foto
Adriano Max
dic 11 2014 15:50

E' fantastico

 

Grazie Roby!

 

???

Foto
Valerio Brùstia
dic 12 2014 09:43

Me lo ha venduto. Onestamente ero molto titubante, poi l'ho provato sulla D300 quando ci siamo visti a settembre a pranzo e sono rimasto di sale. 

Il tempo di organizzarmi e gliel'ho comperato. Sta nello scafandro della D300 con la sola aggiunta di 20mm di estensione all'oblò per il 60 micro.

 

Questa foto è di Roby e descrive la faccenda

 

Immagine Allegata: post-207-0-31175800-1410728644.jpg

 

Di fatto al momento l'ho usato solo per pochissime immagini ... ai nipotini, ma è micidiale su TUTTE le fotocamere che uso.

Adesso che sotto natale ho qualche giorno di ferie spero proprio di usarlo un po'

 

ciao

Foto
Mauro Maratta
dic 12 2014 10:00

Nella realtà di oggi, pur restando un ottimo obiettivo, con la D800/D800E/D810 mostra il fianco, specie se confrontato con mostri di nitidezza a tutti i diaframmi come gli Zeiss 100/2 e 135/2 (ma anche al Sigma 150/2.8).

 

Si salva per l'efficiente motorizzazione/stabilizzazione e per essere ... autofocus. Cosa che nel mio caso lo fa convivere con il tudesc.

 

Con la V3 è uno spettacolo (lo era già con la V1) :) e adesso anche con la lente +3 acromatica Marumi, comprata espressamente per lui ;)

 

penso che però - in prospettiva 54 megapixel - debba essere aggiornato (ma quando mai, mi risponderebbero da Tokyo !) :(

Foto
Adriano Max
dic 12 2014 12:16

Me lo ha venduto. [...]

 

Bello, eh !

:)

 

E poi ci fai tutto, è un frullatore ottico !!

:chef:

 

Adri.

SlowPrint

0 user(s) are online (in the past 15 minutes)

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi