Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Benvenuti su Nikonland Questo sito è indipendente, è autofinanziato, non promuove e non raccoglie pubblicità. Non è collegato con Nikon, Nital o le loro sussidiarie

Nikonland non è una rivista periodica e non è quindi sottoposta alla normativa vigente 

 

SlowPrint
- - - - -

Nikkor-Q: quattro lenti solamente

Nippon Kogaku Nikkor Nikkor-Q

In questa review troviamo raggruppati alcuni dei progetti ottici piu' semplici della Nippon Kogaku e per cio' stesso... piu' economici e forse maggiormente diffusi (tanto che alcuni di essi vengono riproposti praticamente in tutte le versioni di innesto, dal non-Ai del 59 all'AiS del 1977 ed oltre.

Q come Quattor... 4 lenti soltanto, tipiche degli schemi ottici piu' essenziali e maggiormente risolventi al centro piuttosto che ai bordi.
 Immagine Allegata: 01 nikkor-Q_copia.jpg
 
Della categoria fanno parte:

-Nikkor-Q 13.5 cm (e poi 135mm) f/3.5 prodotto dal 1959 al 1983, leggero, compatto e molto efficace nel ritratto (ho la prima versione non-Ai)
 
Immagine Allegata: 02 135both.jpg
 
-Nikkor-Q (e QC) 135mm f/2.8 prodotto dal 1965 a tutto il 1975 (dal 1976 acquista la quinta lente): pesante il doppio del fratellino meno luminoso, ma eccezionalmente superiore nelle prestazioni del centro tanto quanto dei bordi immagine; mantiene la filettatura filtri da 52mm e sfoggia la "nuova" lavorazione a diamante della ghiera di messa a fuoco dalla migliorata presa

-Nikkor-Q 20 cm (e poi 200mm) f/4 prodotto dal 1961 al 1975 (oltre, acquista la quinta lente nelle versioni Ai ed Ai-S) sgraziato, pesantuccio ed antiergonomico, rappresenta forse il peggior tele prodotto su queste lunghezze focali da Nikon; vale davvero poco sul mercato dell'usato e si trova con una sconvolgente facilita', a causa della quale vale comunque la pena di comprarlo, non fosse altro che per usarlo come fermacarte...
 
Immagine Allegata: 03  20001.jpg
 
-Nikkor-Q 400mm f/4.5 prodotto tra il 1964 ed il 1975: pesante piu' di tre chili, scomodo e barocco nella sua costruzione, affascinante ed inutile, proviene dall'era telemetro con cassetta reflex e si compone di due elementi, quello ottico e l'accrocchio di messa a fuoco, caratterizzato da una ghiera ad "ananas", piu' chiara rispetto al barilotto (come da foto allegata): l'unico dei cinque che ancora non possegga,
(ancora per poco!!!) motivo per cui non troverete ancora alcun link al riguardo...
 
Immagine Allegata: 04 400mmf56nonAib.jpg
 

***

Come dicevo appunto... "ancora per poco":
alla fine l'ho beccato l'ennesimo quattrolenti e non soltanto lui....(ancora un po' di pazienza per il seguito...)
 
Immagine Allegata: 05 flashh.jpg
notevole la differenza di proporzioni tra questo quattrocento studiato per il medio formato ed un Nikkor 400mm f/5.6 IF-ED per il 135
Immagine Allegata: 06 vert.jpg
Immagine Allegata: 07 couple.jpg
in queste foto e' accrocchiato con l'unita' di messa a fuoco FU-1 per Zenza Bronica con la coeva (1964) Zenza C (accessoriata di pentaprisma e pistol-grip)
 
Immagine Allegata: 08 up.jpg Immagine Allegata: 09 curcke.jpg
in attesa che mi arrivi anche...

ma che ve lo dico a fare... e allora ... la sorpresa??? :banana:

avete mai visto un lungo fuoco di quarantanni fa?
Io si... oggi:
Immagine Allegata: 10 longrifle.jpg
anzi...due

il secondo e' un monumentale 800mm f/8 che occupava al micron uno degli scaffali della mia hall of fame... Immagine inserita
Immagine Allegata: 11 brodo_primordiale.jpg
 
Immagine Allegata: 12 DSC_1792.jpg
ed ecco questo Nikkor 800mm f/8 di quarant'anni fa: 70cm di lungofuoco dall'eccezionale peso di 4,7 Kg compreso l'unita' Ai di messa a fuoco AU-1 !!!
Impossibile quasi da trasportare, ovviamente impensabile da utilizzare a mano libera, anzi... a causa del posizionamento degli attacchi per il treppiede, necessiterebbe oltre che del secondo treppiede a sostegno della fotocamera, anche di un supporto suppletivo per la parte piu' avanzata del barilotto.

Praticamente un attrezzo da artiglieria pesante!
 
Immagine Allegata: 13 DSC_1780.jpg Immagine Allegata: 14 DSC_1839.jpg
 
(particolari relativi alle aree cerchiate in rosso riprese nella foto successiva a 35mm...) :banana: :banana:
Immagine Allegata: 15 DSC_1859.jpg
 
Ovviamente problemi dettati dall'accumulo di velo atmosferico alle distanze superiori al centinaio di metri...
Immagine Allegata: 16 DSC_1796.jpg
 
ottima pero' la resa in pieno controluce (a denotare la silhouette del soggetto)
Immagine Allegata: 17 DSC_1842.jpg
 
e possibili "giochetti" trompe l'oeil, stante la grande capacita' di selezionare in piccole parti di inquadratura, particolari solitamente invisibili, come questi riflessi di una vela sul pelo dell'acqua... Immagine Allegata: 18 DSC_1813.jpg
 
Tutto sommato...non me l'aspettavo nemmeno:
quindi sono ben felice dell'acquisto di questi due esagerati teleobiettivi! Immagine Allegata: 19 DSC_1775.jpg
:scimmia: :scimmia: :scimmia:
 
Immagine Allegata: 20 ccs-1-12646813581325_thumb.jpg
anche su D700...(con le accortezze del caso pero'...)

e duplicato con TC300 senza correzioni particolari ne' on ne' off-camera Immagine Allegata: 21 ccs-1-12646813693828_thumb.jpg
 
Qui invece interpolato da un tubo da 12mm per allontanare le sporgenze dell'AU-1 dalla baionetta "elettrica" della D700, vignettando e perdendo anche la maf a distanze superiori ai 50 metri ...
                                                      calllldo!!! Immagine Allegata: 22 ccs-1-12646813817806_thumb.jpg
 
Immagine Allegata: 23 ccs-1-12646813937331_thumb.jpg specie se paragonato al neutro 400/3.5 nelle medesime condizioni...
 
Max Aquila per Nikonland 2006 ©
 
 
 
 
Test: Yes



16 Comments

Foto
Max Aquila
ott 11 2013 13:38

in controtendenza...

per ricordare a chi ci leggesse da Tokyo :bigemo_harabe_net-03:

 

che anche con solamente quattro lenti i loro predecessori riuscivano a sfornare progetti ottici degni del marchio di cui si fregiavano...

Foto
Valerio Br¨stia
ott 11 2013 14:07

Ciao Max,

ovvio che sta cosa mi incuriosisce come una scimmia... Mi spieghi bene?

La D700 sei riuscito a montarla direttamente all'800/8 o non ci va per via degli ingombri el blocchetto di mesa a fuoco e devi ricorrere al tubetto di 12 mm?

Poi il 400/4.5 non c'è modo di portarlo sulla baionetta F?

 

grazie attendo info

 

ciao

Foto
Adriano Max
ott 11 2013 14:27

Grande Max ! Certo un obice è più maneggevole ... ma se stai su un terrazzo al mare con questi cannoni veramente puoi stare a guardare la luce mentre ti disegna il paesaggio !

:P

 

Bei colpi !

A.

Foto
Max Aquila
ott 11 2013 16:13

Ciao Max,

ovvio che sta cosa mi incuriosisce come una scimmia... Mi spieghi bene?

La D700 sei riuscito a montarla direttamente all'800/8 o non ci va per via degli ingombri el blocchetto di mesa a fuoco e devi ricorrere al tubetto di 12 mm?

Poi il 400/4.5 non c'è modo di portarlo sulla baionetta F?

 

grazie attendo info

 

ciao

ciao Valerio,

quei due tele fanno parte di una serie di quattro teste d'obiettivo, tra i quali anche un 600mm ed un 1200mm, Immagine Allegata: focusunitgroup70.jpg

nate apposta per essere alternate e condivise tra corpi Nikon e Zenza Bronica, attraverso le montature non-Ai ed Ai e quella per Bronica (che in quel periodo godeva della dotazione ottica Nikkor, come puoi ben leggere qua)

Quindi cio' che vale per l'800 vale anche per il fratellino minore.

 

La D700 rimase indenne non solamente grazie al tubo da 12mm :oracolo: interposto all'attacco, perché posseggo il tubo Ai, quindi potrei usarlo anche con le attuali reflex, ma non funziona bene la trasmissione del dato del diaframma, problema da risolvere sulla montatura appunto in mio possesso.

 

Ritengo che la maggior parte delle foto che abbiamo visto da ragazzini, scattate per i documentari africani del National Geographic, avessero questo 800mm come occhio della fotocamera...

sicut leones!

Foto
Max Aquila
ott 11 2013 16:14

Grande Max ! Certo un obice è più maneggevole ... ma se stai su un terrazzo al mare con questi cannoni veramente puoi stare a guardare la luce mentre ti disegna il paesaggio !

:P

 

Bei colpi !

A.

pensa nella jungla e nella savana allora...

 

Il vero problema e' sfoderarlo in ambiente "antropizzato" come ho imparato da poco che si dica... :bigemo_harabe_net-03:

 

Ti arrivano sulla testa gli elicotteri dell'antiterrorismo in meno di cinque minuti

Foto
Max Aquila
ott 11 2013 16:38

Ciao Max,

ovvio che sta cosa mi incuriosisce come una scimmia... Mi spieghi bene?

La D700 sei riuscito a montarla direttamente all'800/8 o non ci va per via degli ingombri el blocchetto di mesa a fuoco e devi ricorrere al tubetto di 12 mm?

Poi il 400/4.5 non c'è modo di portarlo sulla baionetta F?

 

grazie attendo info

 

ciao

tanto per intenderci,

messo l'800/8 sulla testa a sfera 222 del mio Manfrotto 055 e tappato il tutto con la D3

(realizzando un insieme elastico quanto un trapezista del circo sulla rete) :mangia:

 

dalla finestra del mio studio:

Immagine Allegata: 001  20131011 _D3H6586  Max Aquila ph _.jpg puleggia a 18 metri di distanza

 

e dettaglio architettonico Immagine Allegata: 002  20131011 _D3H6587  Max Aquila ph _.jpg

 

...che a 200 mm con l'80/200 dallo stesso punto di ripresa sarebbe cosi'

Immagine Allegata: 003  20131011 _D3H6591  Max Aquila ph _.jpg

Foto
Valerio Br¨stia
ott 11 2013 16:40

Quindi si aggancia senza troppe storie al modulo Ai. Ma chettifrega del diaframma sull'800!! Da usare assolutamente...erutta l'Etna? Pronti via quello strumento (l'800) è nel posto giusto.

Sul 400 forse il diframma vale la pena di vederlo funzionare perchè probabilmente si guadagna qualcosa a chiuderlo un po'.

 

Sta cosa qui dei moduli da assemblare a me sembra veramente intelligente e pratica. Sai che non lo sapevo che quel Q fosse costruito con questa logica? Beata ignoranza. D'altro canto con quella filosofia Leitz ha realizzato un sistema veramente efficace per le R, ma anche questa è storia passata.

 

Certo che se in Nikon avessero un po' di coraggio e fantasia ... sarebbe dirompente 

 

Ho fatto a tempo ad usare una Zenza con due ottiche Nikkor. Vado a memoria son passati tanti anni, uno era un 200mm son sicuro e l'altro forse era un 60 o forse + corto. Il normale era Zenza Bronica. Erano gran begli obiettivi, la macchina un po' meno, ma ne ho un ricordo meraviglioso, nonchè due stampe di cui sono molto orgoglioso in corridoio a casa di mia madre.

Ho pochissime stampe appese ai muri e adesso che ci rifletto .. il 10 % delle stampe che ho appeso è fatto con quella zenza bronica !!

Foto
Max Aquila
ott 11 2013 16:53

vexata quaestio:

 

 - poche lenti, nitido ma a rischio aberrazioni.

 

 - tante lenti, l'incontrario.

 

In medium stat virtus?

 

difficile trovare il punto d'incontro, mai esistesse.

 aberratio ictus, caro Trezzani...

 

se porti a spasso un obiettivo del genere non vai di solito ne per libellule tampoco per architetture urbane.

 

Giammai ritratto fu condotto per questi vetri.

 

Ma di lonza lupe e leoni:

questi parea che contra me venisse

con la test'alta e con rabbiosa fame

si che parea che l'aere ne tremasse

 

cosi' che il Nikkor presto il torrei

che di suo peso fera ne temesse

indarno foto a casa riportando

Foto
Max Aquila
ott 13 2013 00:22

e siccome...

l'Immagine Allegata: untitled.png ...vien mangiando..., oggi:

 

                     Immagine Allegata: 005  20131012 foto  Max Aquila ph _.jpg

iphone by... Immagine Allegata: 004  20131012 _D8C4259  Max Aquila ph _.jpg

 

invece che con la D3, come ieri,a cosa ho attaccato questo 800/8 P.C. del 1974 se non proprio alla Nikon D800? :bigemo_harabe_net-03:

 

Pe metterlo in crisi proprio con i limiti del suo schema da 5 lenti in 5 gruppi (il quattro lenti e' il fratellino piccolo 400/4.5) di quarant'anni fa, derivato dalla prima versione di dieci anni prima, mia coetanea, che in meno rispetto questo esemplare ha solo il trattamento antiriflessi.

 

Con tutti i limiti del caso, derivanti dalla giornata di scirocco a trenta gradi (seguita all'inondazione di ieri) e velo atmosferico da tagliare con il coltello:

Immagine Allegata: 011  20131012 _D8C4324  Max Aquila ph _.jpg

 

e ciononostante efficace anche sulle lunghe distanze(qui almeno 500metri)Immagine Allegata: 009  20131012 _D8C4318  Max Aquila ph _.jpg

 

Immagine Allegata: 007  20131012 _D8C4307  Max Aquila ph _.jpg (qui in formato DX per un'angolo di copertura pari ad un 1200mm)

 

Di gran lunga meglio se in favore di luce e sulle frequenze spaziali diverse dal bluImmagine Allegata: 006  20131012 _D8C4298  Max Aquila ph _.jpg

 

...o non appena correggendo on camera, sottoesponendo e diaframmando, off camera aumentando il contrasto...Immagine Allegata: 008  20131012 _D8C4313  Max Aquila ph _.jpg

 

Decisamente meglio alle minime distanze di fuoco, (che con questo tubo si aggirano sui 19 metri)

Immagine Allegata: 013  20131012 _D8C4340  Max Aquila ph _.jpg come valutabile da questo ritratto lasciato del tutto "flat"

 

Ugualmente meglio in condizioni piu' neutrali per sfruttare colori accesi e l'esigua pdc sua propria

 

Immagine Allegata: 015  20131012 _D8C4379  Max Aquila ph _.jpg

 

Immagine Allegata: 017  20131012 _D8C4393  Max Aquila ph _.jpg

 

Immagine Allegata: 016  20131012 _D8C4386  Max Aquila ph _.jpg

 

Micromosso sempre in agguato se non si usino treppiede e testa granitiche, come non erano certo le condizioni in cui l'ho fatto scattare...

 

Certo, chi lo progetto' nel 1964, non immaginava certo che oggi l'avrei fatto lavorare a 2000ISO ed 1/1000"....

Immagine Allegata: 018  20131012 _D8C4403  Max Aquila ph _.jpg in available light!!! :bigemo_harabe_net-16: 

Foto
Leonardo Visentýn
ott 13 2013 01:03
Niente libellule con quell'obice? Scherzi a parte, non si dimostra male l'800, non dev'essere affatto facile da domare (in realtà come tutti i super tele, solo che questo è manuale oltre che non stabilizzato). Dimostra che qualcuno ci sapeva fare anche 40/50 anni fa con le tecnologie del tempo.

Adoro lo stacco che c'è nella foto della donna con il vestito giallo...
Foto
danighost
ott 13 2013 08:02

Bella la maglietta del figlio :)

Foto
Max Aquila
ott 13 2013 09:24

Niente libellule con quell'obice? Scherzi a parte, non si dimostra male l'800, non dev'essere affatto facile da domare (in realtà come tutti i super tele, solo che questo è manuale oltre che non stabilizzato). Dimostra che qualcuno ci sapeva fare anche 40/50 anni fa con le tecnologie del tempo.

Adoro lo stacco che c'è nella foto della donna con il vestito giallo...

Si appunto, Immagine Allegata: 021  20111013 _DSC3870  Max Aquila ph _.jpg

 

e' manuale e la ghiera di messa a fuoco viene movimentata da una leva laterale in maniera se pur facilitata, certamente inusuale Immagine Allegata: 020  20111013 _DSC3869  Max Aquila ph _.jpg

e non abbastanza fluida da riuscire a colpo di trovare il fuoco (con il mio visus attuale)

Metti poi che il vetrino di maf della D800 e' tutto tranne che compatibile con le esigenze di fuoco di un lungo tele come questo.

Aggiungi poi che gestire il tutto su un Manfrotto 055 e testa a sfera 222 non e' altro che sano autolesionismo.

Ma divertente....          

Foto
Max Aquila
ott 13 2013 09:52

peraltro mi sono ricordato di aver scattato tutte le foto di ieri con il filtro skylight Nikon L37 incorporato nell'apposito cassettino... :bigemo_harabe_net-01:

Immagine Allegata: 030  20111013 _DSC3872  Max Aquila ph _.jpg

 

certamente ideale per un ritratto Immagine Allegata: 012  20131012 _D8C4338  Max Aquila ph _.jpg

 

ma che sostituirlo con un UV sarebbe stato piu' utile in altro tipo di foto Immagine Allegata: 010  20131012 _D8C4321  Max Aquila ph _.jpg

 

 

Foto
danighost
ott 13 2013 10:35

Si appunto, attachicon.gif021 20111013 _DSC3870 Max Aquila ph _.jpg

 

e' manuale e la ghiera di messa a fuoco viene movimentata da una leva laterale in maniera se pur facilitata, certamente inusuale attachicon.gif020 20111013 _DSC3869 Max Aquila ph _.jpg

e non abbastanza fluida da riuscire a colpo di trovare il fuoco (con il mio visus attuale)

Metti poi che il vetrino di maf della D800 e' tutto tranne che compatibile con le esigenze di fuoco di un lungo tele come questo.

Aggiungi poi che gestire il tutto su un Manfrotto 055 e testa a sfera 222 non e' altro che sano autolesionismo.

Ma divertente....          

Max lo 055 ci sta, ma è la 222 a mio parere il punto debole, l ho provata una volta  e  :vomitarella:  con i le ottiche lunghe ... io con l'MTO 1000mm e la GF-2 (2000mm eq.) uso la testa 410 per macro!!!

Foto
Max Aquila
ott 13 2013 15:50

Max lo 055 ci sta, ma è la 222 a mio parere il punto debole, l ho provata una volta  e  :vomitarella:  con i le ottiche lunghe ... io con l'MTO 1000mm e la GF-2 (2000mm eq.) uso la testa 410 per macro!!!

credimi...
ho un MTO1000 pure io da qualche parte.
Eccolo....

Immagine Allegata: image.jpg
(rendo l'idea adesso?)

Qui stiamo parlando di quattro chili ed ottocento grammi distribuiti su 75 cm di lunghezza fuori tutto

piu' la D 800.

Servono due cavalletti e a rigor di logica anche un sostegno ad U tra l'attacco treppiede dell'obiettivo e la testa otttica per evitare ondeggiamenti dovuti alla lunghezza ed al peso
Foto
danighost
ott 14 2013 19:32

Vero, con 2 cavalletti "superi" il problema :) ... io mi riferivo sopratutto alle vibrazioni in gioco, con certe lunghezze focali, basta un nulla e hai un uragano nel mirino :) ... sicuramente una testa a sfera frizionata come quella di vpress sarebbe l'ideale o una a bilanciere, ma non le ho praticamente mai usate, e mi riferisco alla mia esperienza ...

SlowPrint

0 user(s) are online (in the past 15 minutes)

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi