Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Benvenuti su Nikonland Questo sito è indipendente, è autofinanziato, non promuove e non raccoglie pubblicità. Non è collegato con Nikon, Nital o le loro sussidiarie

Nikonland non è una rivista periodica e non è quindi sottoposta alla normativa vigente 

 

SlowPrint
- - - - -

Nikkor 18/3.5 : the dream lens !


Immagine inserita

Immagine inserita

 
Mai tanto appropriata la vecchia favola della volpe e dell'uva,

come quando giustifichi un mancato acquisto dal costo normalmente inarrivabile Immagine inserita

Un 18mm é obiettivo capace di produrre un angolo di campo di 100°, spropositato per le normali abitudini di un fotoamatore ma spesso intensamente desiderato, per fare entrare nel fotogramma tutto, ma proprio tutto quello che non siamo mai riusciti a far passare per la cruna della nostra fotocamera.

Questo 18mm f/3.5, il terzo mai costruito da Nikon ma il primo di questa luminosità relativa, é uno di quegli oggetti che, una volta attaccati ad una macchina fotografica, mettono sottili radici di alluminio che lo termosaldano al corpo stesso, così come é avvenuto con la mia Nikon F3Hp, da quando alcuni anni fa sono riuscito a coronare "the dream"...


Immagine inserita


Immagine inserita


E' la versione riveduta e corretta in baionetta AiS dello stesso schema ottico del primo 18mm f/4 del 1974, ma con diverso trattamento antiriflesso e sopratutto con l'applicazione del Nikon CRC (Close Range Correction) sistema di ottimizzazione della messa a fuoco sulle brevi distanze, che nel modello in questione raggiungono i 25 centimetri, cinque in più del modello precedente che si fermava a 30.


Immagine inserita


In sostanza un sistema di lenti flottanti nei gruppi posteriori che consentono una migliore definizione alle brevi distanze di maf sia su negativo sia su pellicola (e adesso ne apprezzeremo la resa su sensore DX)


Immagine inserita


Paraluce "slip-on" dedicato, HK-9, di metallo con vite laterale di serraggio e filettatura filtri da 72mm (standard Nikon insieme a 52 e 62mm) al posto dell'esagerato diametro da 86mm della precedente edizione, oltre al peso incrementato di 35 grammi sono le altre differenze rispetto il meno luminoso f/4.


Immagine inserita


Grip adeguato allo scopo in entrambe le ghiere di messa a fuoco e del diaframma e l'eleganza delle cromie tipica delle ultime realizzazioni Ai-S (prima dell'avvento degli AF), sono la chiave del prezzo che alla presentazione superava il milione e mezzo di lire contro le 385.000 lire di un 28mm della stessa luminosità, motivo per cui "il sogno" spesso restava tale!


Sulla D200 usata per il presente test, l'angolo di copertura formato a causa delle dimensioni del sensore diviene paragonabile a quello di un 28mm ma le caratteristiche principali di un ottica nata per "deformare" la prospettiva restano a mio avviso intatte:


Immagine inserita


E sia quando lo si utilizzi per dare risalto a soggetti vicini, sfruttando l'elevata profondit? di campo propria di queste focali


Immagine inserita


sia quando lo si utilizzi su soggetti posti a una certa distanza in modo tale da ricomprendere ampie porzioni di spazio


Immagine inserita


Immagine inserita


sia quando lo si forzi in controluce, ovviamente sempre utilizzando il paraluce dedicato (per quanto davvero limitato in spessore per evitare vignettature), sfruttando il fatto che il diametro effettivo della lente frontale non supera i 50mm pur essendo ricompresa in una flangia da 72:


Immagine inserita


sia, per finire, nelle situazioni di WB più critico, in luci miste notturne e con tempi lunghi ed ISO alti


Immagine inserita


la brillantezza di questo obiettivo non é stata minimamente scalfita dai ventiquattro anni che ci separano dal progetto che lo ha portato a divenire una fissazione per tutti coloro che, come me, sono riusciti a coronare "the dream" soltanto in età avanzata...

a buon diritto! :banana:


© Max Aquila per Nikonland 2006
Test: Yes



41 Comments

Foto
Adriano Max
nov 13 2008 12:09
Lo voglio anch'ioooooo !!!
:e076:

Scherzi a parte ? uno dei miei desiderata da sempre, una cosa che ho notato di questa versione (provata da un fotonegoziante) ? la veramente contenuta distorsione (non paragonatemelo agli zoom, perfavore ! )...
;)

Qualcuno l'ha montato su una D700/D3 e ha qualche scatto da proporci ?!
:inchino:

Ciao,
Adriano.
E del 18 f4 qcno ne conosce la resa?
Max l'hai mai provato?

Grazie
Ernesto
Foto
Max Aquila
dic 17 2008 14:29

E del 18 f4 qcno ne conosce la resa?
Max l'hai mai provato?

Grazie
Ernesto

no...non ho mai provato quello f/4
Per non parlare della pubblicit? delle pizzette catari.........sappi che mi sono commosso nel vedere quella del commodore64 tanto ambito dopo il vic20!!!

Ciao e grazie per l'amarcord
giocolnet
feb 22 2009 20:46

Qualcuno l'ha montato su una D700/D3 e ha qualche scatto da proporci ?!
:inchino:
Ciao,
Adriano.


Se a fine mese riesco a prendere la D700, vedo di postarne qualcuna.
Ho avuta la fortuna di ricevere in regalo 18mm f/3,5 e il PC 28mm f3,5, da una persona che era burbera e a volte arrogante, ma che ne aveva apprezzato il mio uso quando li avevo in prestito.

Non vedo l'ora di usarli sulla D700.

Gio
Foto
danighost
feb 23 2009 17:46

Se a fine mese riesco a prendere la D700, vedo di postarne qualcuna.
Ho avuta la fortuna di ricevere in regalo 18mm f/3,5 e il PC 28mm f3,5, da una persona che era burbera e a volte arrogante, ma che ne aveva apprezzato il mio uso quando li avevo in prestito.

Non vedo l'ora di usarli sulla D700.

Gio


Che c. ehm fortuna appunto :D
Un amico mi ha proposto un 18/2,8 in ottimo stato. Non ne ho letto grandi cose e anche i test che ho trovato in giro non sono eccellenti. Ho avuto il 20 e, dovendolo rimpiazzare, non mi dispiacerebbe provare un'altra ottica, una lente che non conosco. Cosa ne dite? I giudizi negativi (o non entusiasti) che ho letto sul 18/2,8 sono esagerati? E quanto pu? valere una lente del genere? La userei con la D700 come compagna, pi? leggera del superwide zoom, del 24-70.
Buona luce

:a063: :D
Foto
giannizadra
dic 11 2009 17:31

Un amico mi ha proposto un 18/2,8 in ottimo stato. Non ne ho letto grandi cose e anche i test che ho trovato in giro non sono eccellenti. Ho avuto il 20 e, dovendolo rimpiazzare, non mi dispiacerebbe provare un'altra ottica, una lente che non conosco. Cosa ne dite? I giudizi negativi (o non entusiasti) che ho letto sul 18/2,8 sono esagerati? E quanto pu? valere una lente del genere? La userei con la D700 come compagna, pi? leggera del superwide zoom, del 24-70.
Buona luce

:a063: :D


Immagino che nel frattempo tu abbia gi? deciso...Immagine inserita
Personalmente, comunque, non rimpiazzerei il 20/2,8 con il 18/2,8 AFD.
Trovo il 18 pi? corretto, ma meno nitido.
Da questo punto di vista, le recensioni che hai trovato sono abbastanza condivisibili, soprattutto se si considera il costo dei due obiettivi: il 18 ? decisamente pi? caro.

PS. Il 18/3,5 AIS ? davvero buono su pellicola; non altrettanto su FX.
Vistosissima caduta di luce ai bordi fino a f/8-11 con D3 e D700. Unca fra le ottiche "old" a comportarsi cos?.
Avrei pensato di essermi imbattuto in un esemplare disgraziato, ma la stessa cosa ? capitata a Bjorn Rorslett e a un paio di utenti del forum Nital con "pezzi" diversi da quello che ho provato io.


Foto
Luigi Mirto
dic 12 2009 09:07
Io ho il Nikon AFD 18mm f.2,8 è lo trovo eccellente sia per nitidezza che per contrasto e risoluzione.
Molto probabbilmente quello che è "giannizadra" ha provato soffriva di qualche problema.
Ho il Nikon AFS 14/24 f. 2,8, ho fatto il confronto a pari focale e il 18 mm è decisamente migliore.
Ho provato anche l'AFD 20mm f.2,8 confrontandolo con il 14/24 a pari focale e lo zoom è molto meglio.
(come mai mi risulta che ho soltanto 1 messaggio all'attivo quando ne avevo più di cento, forse a causa della grafica che è stata cambiata....boH!!!)

Che significa (Just Registered (Will I return ?)...in ingrese non trovo una traduzione in italiano.
Saluti Gigi
Foto
Mauro Maratta
dic 12 2009 09:11
Gigi, sarebbe bello parlare per dati di fatto (immagini, non credi ?) considerato che ci leggono in tanti.

Il 18 mm ? effettivamente un obiettivo un p? particolare che raccoglie forse troppa luce con risultati non sempre lusinghieri.

Ma se tu hai esempi di ottime foto con il 18 mm, questo topic pu? essere di appoggio, oppure aprine uno tu stesso per parlare del tuo 18/2.8 AF-D.
Foto
Luigi Mirto
dic 12 2009 09:15

Gigi, sarebbe bello parlare per dati di fatto (immagini, non credi ?) considerato che ci leggono in tanti.

Il 18 mm ? effettivamente un obiettivo un p? particolare che raccoglie forse troppa luce con risultati non sempre lusinghieri.

Ma se tu hai esempi di ottime foto con il 18 mm, questo topic pu? essere di appoggio, oppure aprine uno tu stesso per parlare del tuo 18/2.8 AF-D.



Quanto prima posto qualche immagine, per quanto detto in basso nel mio post sai darmi delucidazioni.
Foto
Mauro Maratta
dic 12 2009 09:20
Non so risponderti in merito al numero di messaggi al tuo attivo. Devo ammettere che io non ti ricordo troppo spesso online, mentre noi periodicamente facciamo un p? di pulizia (parlo in generale) sul forum per renderlo pi? snello e di facile lettura (questo scambio di messaggi, ad esempio, verr? rimosso non appena non avr? pi? utilit?).

Ma credo che non ci sia modo migliore di valorizzare la tua presenza qui che ... scrivendo contributi interessanti, non ti pare ?
Foto
Luigi Mirto
dic 12 2009 09:33

Non so risponderti in merito al numero di messaggi al tuo attivo. Devo ammettere che io non ti ricordo troppo spesso online, mentre noi periodicamente facciamo un p? di pulizia (parlo in generale) sul forum per renderlo pi? snello e di facile lettura (questo scambio di messaggi, ad esempio, verr? rimosso non appena non avr? pi? utilit?).

Ma credo che non ci sia modo migliore di valorizzare la tua presenza qui che ... scrivendo contributi interessanti, non ti pare ?



Questo sensaltro. Ho effettuato due immagini con il 18, le preparo e le posto.
Foto
Luigi Mirto
dic 12 2009 09:57
Ecco le immagini fresche freshe....in quanto stava per piovere.
Quindi niente sole, cielo cupo.
Azzzz.....Mi sono accorto ora delle impostazioni della macchina ovvero:
a) Files "Normale":
b) Bassa risoluzione "S"
c) Riduzione files per postarle
d) Tempi bassi e diaframma a f. 5,6
e) Nessuna, ....dico nessuna pp. solo riduzione di files (quello che ha proposto Mamma Nikon D2X.
.....ma nonostante ci?........penso siano ottimi. Se erano nef la resa era migliore.


Dimmi che ne pensi.

Li posto ad una alla volta

Primo file

Immagine Allegata: _DSC0185.jpg

Secondo files

Immagine Allegata: _DSC0186.jpg

Terzo files

Immagine Allegata: _DSC0188.jpg
Foto
Luigi Mirto
dic 12 2009 10:12
Quarto e ultimo files

Immagine Allegata: _DSC0189.jpg

Penso, nonostante sia stata usata una risoluzione schifosa, le immagini sono ottime.
Che ne pensi Rudolf di questo 18mm AFD f.2,8?
Foto
giannizadra
dic 12 2009 11:29

Io ho il Nikon AFD 18mm f.2,8 è lo trovo eccellente sia per nitidezza che per contrasto e risoluzione.
Molto probabbilmente quello che è "giannizadra" ha provato soffriva di qualche problema.
Ho il Nikon AFS 14/24 f. 2,8, ho fatto il confronto a pari focale e il 18 mm è decisamente migliore.
Ho provato anche l'AFD 20mm f.2,8 confrontandolo con il 14/24 a pari focale e lo zoom è molto meglio.


Ciao Gigi,
sono lieto che tu sia soddisfatto del tuo 18/2,8 AFD. Questa è la cosa più importante.
Tuttavia, non posso che confermare la mia opinione. L'esemplare (meglio: gli esemplari...) che ho avuto modo di provare io si sono comportati (sul formato FX) nel modo che ho sinteticamente descritto sopra. La mia opinione (soggettiva) corrisponde con quella di altri utilizzatori (forum Nital) , e coincide con il parere (anche sul DX, peraltro) di Bjorn Rorslett, che considero il più autorevole "tester" di Nikkor. Te lo linko:
http://www.naturfoto.../lens_wide.html
I confronti fra ottiche vanno effettuati su treppiede, a tutti i diaframmi, a una distanza (costante) da 50 a 100 volte la lunghezza focale, sullo stesso soggetto piano ripreso frontalmente e in asse nelle stesse condizioni di illuminazione e ripresa, e valutati in confronto su fotogrammi a piena risoluzione; altrimenti termini come "migliore" e "molto meglio" diventano privi di significato.
Hai provato il 18 col 14-24 in questo modo ? Hai confrontato nelle stesse condizioni-test il 20 con lo zoom ?

PS. La mia notazione sulla clb, invece, era riferita chiaramente al 18/3,5 AIS, non al tuo.

Un saluto cordiale.
Foto
Luigi Mirto
dic 12 2009 11:58

Ciao Gigi,
sono lieto che tu sia soddisfatto del tuo 18/2,8 AFD. Questa ? la cosa pi? importante.
Tuttavia, non posso che confermare la mia opinione. L'esemplare (meglio: gli esemplari...) che ho avuto modo di provare io si sono comportati (sul formato FX) nel modo che ho sinteticamente descritto sopra. La mia opinione (soggettiva) corrisponde con quella di altri utilizzatori (forum Nital) , e coincide con il parere (anche sul DX, peraltro) di Bjorn Rorslett, che considero il pi? autorevole "tester" di Nikkor. Te lo linko:
http://www.naturfoto.../lens_wide.html
I confronti fra ottiche vanno effettuati su treppiede, a tutti i diaframmi, a una distanza (costante) da 50 a 100 volte la lunghezza focale, sullo stesso soggetto piano ripreso frontalmente e in asse nelle stesse condizioni di illuminazione e ripresa, e valutati in confronto su fotogrammi a piena risoluzione; altrimenti termini come "migliore" e "molto meglio" diventano privi di significato.
Hai provato il 18 col 14-24 in questo modo ? Hai confrontato nelle stesse condizioni-test il 20 con lo zoom ?

PS. La mia notazione sulla clb, invece, era riferita chiaramente al 18/3,5 AIS, non al tuo.

Un saluto cordiale.



Io non ho fatto delle prove tecniche cos? peculiari, ma da possessore delle ottiche sopraindicate, il 18mm AFD ? sensaltro un'ottica eccellente.
Ho avuto il 20mm AFD e l'ho venduto per il 18mm AFD. Poi come hai notato, sopra ho scritto che quei files sono stati effettuati conimpostazioni non proprio all'altezza di test comparativi ma solo dimostrativi e nonostante con quei parametri i files postati sono molto buoni. Pensa se erano dei files Nef a risoluzione dignitosa e eggermente post prodotti.
Poi come puoi notare, fino ai bordi ? perfettamente nitito come al centro (stop a f. 5,6).
Mi riserver? di fare dei files un po pi? accurati e aprir? un post in merito confrontandolo con il blasonato 14/24mm.
Grazie per la risposta
Ciao Gigi
Foto
giannizadra
dic 12 2009 14:15

Io non ho fatto delle prove tecniche così peculiari, ma da possessore delle ottiche sopraindicate, il 18mm AFD è sensaltro un'ottica eccellente.
Ho avuto il 20mm AFD e l'ho venduto per il 18mm AFD. Poi come hai notato, sopra ho scritto che quei files sono stati effettuati conimpostazioni non proprio all'altezza di test comparativi ma solo dimostrativi e nonostante con quei parametri i files postati sono molto buoni. Pensa se erano dei files Nef a risoluzione dignitosa e eggermente post prodotti.
Poi come puoi notare, fino ai bordi è perfettamente nitito come al centro (stop a f. 5,6).
Mi riserverò di fare dei files un po più accurati e aprirò un post in merito confrontandolo con il blasonato 14/24mm.
Grazie per la risposta
Ciao Gigi


Grazie a te, Gigi.
Il tuo ulteriore intervento mi dà l'opportunità di continuare l'argomento "confronto tra ottiche", che avevo dovuto troncare in fretta (causa uscita per acquisti... alimentari).
il modo di procedere (stile-test, io uso mire ottiche) che ho indicato nel post precedente è solo il punto di partenza per comparare ottiche diverse.
Alla stregua dei test delle riviste (MTF compresi), nulla può dirci su resa cromatica, transizioni tonali, plasticità, sfuocato, comportamento in condizioni di illuminazione critiche, su soggetti in tre dimensioni e a distanze diverse da quella testata.
Servono per questo prove "sul campo"; per conoscere "bene" un'ottica servono settimane e mesi, ancor più per confrontarne due. La comparazione, infatti, va fatta sempre su coppie di fotogrammi identici, scattati con entrambe le ottiche con gli stessi parametri e nelle medesime condizioni di ripresa. Il confronto va effettuato su file interi a piena risoluzione (meglio ancora su stampe grandi, detesto i crop a monitor che poco hanno a che vedere con la fotografia).
Alla fin-fine, ciò che conta davvero è la soddisfazione soggettiva dell'utilizzatore, in base ai suoi utilizzi e gusti personali. Per questo dicevo che il tuo gradimento nei confronti del tuo vetro è la cosa più importante.
Io, per esempio, preferisco senza riserve il 17-35/2,8 al 14-24/2,8. Lo trovo molto migliore per le foto... anche se in un crop 100% a monitor a 17mm f/2,8 degli angoli estremi di un fotogramma FX il 14-24 prevale. Non me ne importa nulla di valutare un angolo a TA isolato dal contesto dell'immagine. La planeità di campo la cerco in un Micro, non in uno zoom grandangolare, e non a TA.
Ti risaluto cordialmente.



Foto
Visitatore
dic 19 2009 17:59
Ciao a tutti e complimenti sinceri per il forum. Vengo dalla pellicola ed ? per questo che mi ritrovo, tra le varie ottiche, l'oggetto di questa discussione, il grandissimo 18mm f3,5 AI-S !
Ora, sul sensore della D3, questo superbo obiettivo ha una caduta di luce ai bordi veramente fastidiosa.
Non pu? trattarsi di cerchio di copertura al limite perch?, altrimenti, il fenomeno sarebbe comparso anche sulla pellicola, e poi noto che il fenomeno non si manifesta con la stessa intensit? nei quattro angoli ma, in due angoli, ? pi? evidente che negli altri due. Che io sappia la vignettatura ? un fenomeno ottico concentrico, o no?
Mi era persino venuto il dubbio che il sensore non fosse al centro esatto del bocchettone!
Comunque, ho provato a smanettare un p? su CaptureNX2, per vedere di risolvere, almeno in parte, il problema e qua devo confessare subito una cosa, io con queste diavolerie moderne faccio proprio una gran fatica!
Allego un'immagine, senza pretese, che ho scattato stamattina in cortile con le pantofole ai piedi, ? stata solo riversata in JPEG e ridimensionata.
La seconda immagine (mi viene da ridere) ? quella che ho provato a correggere. Ho usato il correttore di vignettatura al massimo e ho schiarito le ombre poi, visto che l'immagine era diventata tutta pi? chiara ho compensato l'esposizione e ho aumentato un p? la saturazione colore. Ecco, l'ho detto! Mi vergogno! Non so usare queste cose, anche se pian piano credo che imparer?!
Comunque mi sembra che il risultato non sia da buttare. Da tenere presente che si tratta di un'immagine a TA e che quindi, chiudendo il diaframma a f8, il difetto diventa quasi accettabile e quindi anche pi? corregibile!
Il mio scopo ? duplice, da una parte ho voluto mettere a disposizione della comunit?, uno scatto del 18mm AI-S su sensore FF, visto che in giro c'? poco e niente, dall'altra, mi aspetto che qualcuno si impietosisca di me e mi dia qualche dritta per correggere meglio i file prodotti da questo meraviglioso obiettivo, dal quale non mi voglio assolutamente separare.
Se qualcuno fosse interessato, mi metto volentieri a disposizione, nei limiti delle mie capacit?, per realizzare altri scatti con questa ottica, con le modalit? che vorr? indicarmi.

A presto. Filippo.

Miniature Allegate

  • Immagine Allegata: Orig.JPEG Rid..jpg
  • Immagine Allegata: JPEG Corr. Rid..jpg
Foto
giannizadra
dic 19 2009 21:30

Ho usato il correttore di vignettatura al massimo e ho schiarito le ombre poi, visto che l'immagine era diventata tutta più chiara ho compensato l'esposizione e ho aumentato un pò la saturazione colore. Ecco, l'ho detto! Mi vergogno! Non so usare queste cose, anche se pian piano credo che imparerò!
Comunque mi sembra che il risultato non sia da buttare. Da tenere presente che si tratta di un'immagine a TA e che quindi, chiudendo il diaframma a f8, il difetto diventa quasi accettabile e quindi anche più corregibile!
Il mio scopo è duplice, da una parte ho voluto mettere a disposizione della comunità, uno scatto del 18mm AI-S su sensore FF, visto che in giro c'è poco e niente, dall'altra, mi aspetto che qualcuno si impietosisca di me e mi dia qualche dritta per correggere meglio i file prodotti da questo meraviglioso obiettivo, dal quale non mi voglio assolutamente separare.


Grazie, Filippo, per aver condiviso il tuo file.
Conferma (purtroppo) ciò che ha scritto Rorslett e che più modestamente ho potuto verificare io.
La correzione che hai apportato è il massimo che fosse possibile fare, e più del massimo compatibile con una accettabile qualità dei bordi.
Se lo sfondo fosse stato più uniforme, ti saresti accorto che il cerchio scuro è molto più marcato di come sembra.
Se fosse stato più dettagliato, avresti potuto constatare che la correzione-vignettatura a fondo scala induce una considerevole perdita di definizione nel dettaglio fine.
Puoi utilizzare il 18/3,5 AIS sulla D3 a partire da f/8 (più tranquillamente da f/11).
Oppure riservarlo alle SRL a pellicola che sicuramente hai ancora.
Non separartene: in fondo, il celeberrimo Hologon-Zeiss causa/vignettatura era utilizzabile (su pellicola!) solo con un filtro scuro al centro, che portava la luminosità max. di lavoro "effettiva" a f/16. Vero che non era retrofocus (ed era più "corto"), ma ci si fotografava egualmente... e a chiunque piacerebbe averlo in casa.
Ciao !
Foto
Visitatore
dic 21 2009 00:33

Grazie, Filippo, per aver condiviso il tuo file.
Conferma (purtroppo) ci? che ha scritto Rorslett e che pi? modestamente ho potuto verificare io.
La correzione che hai apportato ? il massimo che fosse possibile fare, e pi? del massimo compatibile con una accettabile qualit? dei bordi.
Se lo sfondo fosse stato pi? uniforme, ti saresti accorto che il cerchio scuro ? molto pi? marcato di come sembra.
Se fosse stato pi? dettagliato, avresti potuto constatare che la correzione-vignettatura a fondo scala induce una considerevole perdita di definizione nel dettaglio fine.
Puoi utilizzare il 18/3,5 AIS sulla D3 a partire da f/8 (pi? tranquillamente da f/11).
Oppure riservarlo alle SRL a pellicola che sicuramente hai ancora.
Non separartene: in fondo, il celeberrimo Hologon-Zeiss causa/vignettatura era utilizzabile (su pellicola!) solo con un filtro scuro al centro, che portava la luminosit? max. di lavoro "effettiva" a f/16. Vero che non era retrofocus (ed era pi? "corto"), ma ci si fotografava egualmente... e a chiunque piacerebbe averlo in casa.
Ciao !


Grazie, Gianni. E' un onore, per me, ricevere una tua risposta! Leggo sempre con attenzione i tuoi commenti e non posso che avere la massima stima per la tua competenza ed esperienza!
Naturalmente seguir? il tuo consiglio di utilizzare il 18mm a f11, tutte le volte che le condizioni lo permetteranno. Comunque, appena avr? un p? di tempo, voglio fare delle prove con un soggetto dettagliato ai bordi, per rendermi conto dell'entit? della perdita di dettaglio di cui mi parli.
Mi piace molto questo obiettivo, anche se non ? il massimo come nitidezza, mi attrae soprattutto la sua ottima correzione della distorsione. Credo che la utilizzer? molto, nonostante questo suo antipatico problemino. Ciao e grazie ancora per le informazioni.
Foto
giannizadra
dic 21 2009 10:10

Grazie, Gianni. E' un onore, per me, ricevere una tua risposta! Leggo sempre con attenzione i tuoi commenti e non posso che avere la massima stima per la tua competenza ed esperienza!
Naturalmente seguirò il tuo consiglio di utilizzare il 18mm a f11, tutte le volte che le condizioni lo permetteranno. Comunque, appena avrò un pò di tempo, voglio fare delle prove con un soggetto dettagliato ai bordi, per rendermi conto dell'entità della perdita di dettaglio di cui mi parli.
Mi piace molto questo obiettivo, anche se non è il massimo come nitidezza, mi attrae soprattutto la sua ottima correzione della distorsione. Credo che la utilizzerò molto, nonostante questo suo antipatico problemino. Ciao e grazie ancora per le informazioni.


E' bene che tu faccia ulteriori prove, e anche che tu continui a utilizzare l'ottimo 18 AIS, conscio dei problemi che può dare su FX.
Permettimi un paio di consigli "furbi"per minimizzare gli effetti negativi sull'immagine.
1) Usalo a diaframmi chiusi per il "tutto-a-fuoco" con un elemento importante in primissimo piano nei paesaggi (e non solo...). E' un linguaggio espressivo di grande impatto.
2) Impiegalo pure a diaframmi aperti, ponendo il soggetto in centro e sfuocando lo sfondo. La vignettatura non darà fastidio, e correggerla via software in post deteriorerà solo una zona sfuocata e già priva di definizione "naturalmente".
In fondo, basta conoscere i comportamenti degli strumenti e adeguarci: il vero limite dei nostri obiettivi siamo noi...Immagine inserita
Ti auguro buon Natale
Foto
Visitatore
dic 21 2009 11:04

E' bene che tu faccia ulteriori prove, e anche che tu continui a utilizzare l'ottimo 18 AIS, conscio dei problemi che pu? dare su FX.
Permettimi un paio di consigli "furbi"per minimizzare gli effetti negativi sull'immagine.
1) Usalo a diaframmi chiusi per il "tutto-a-fuoco" con un elemento importante in primissimo piano nei paesaggi (e non solo...). E' un linguaggio espressivo di grande impatto.
2) Impiegalo pure a diaframmi aperti, ponendo il soggetto in centro e sfuocando lo sfondo. La vignettatura non dar? fastidio, e correggerla via software in post deteriorer? solo una zona sfuocata e gi? priva di definizione "naturalmente".
In fondo, basta conoscere i comportamenti degli strumenti e adeguarci: il vero limite dei nostri obiettivi siamo noi...Immagine inserita
Ti auguro buon Natale


Fantastico!Tanti auguri anche a voi e a tutti gli utenti.Filippo.
Foto
Adriano Max
apr 26 2010 11:46

la brillantezza di questo obiettivo non è stata minimamente scalfita dai ventiquattro anni che ci separano dal progetto che lo ha portato a divenire una fissazione per tutti coloro che, come me, sono riusciti a coronare "the dream" soltanto in età avanzata...


Anche per me è un vero piacere fotografarci (su D200) ! Finalmente !!
:wub:

Samuele f/5,6
Immagine Allegata: _MAX2469.jpg

f/5,6
Immagine Allegata: _MAX2386.jpg

f/3,5
Immagine Allegata: _MAX2403.jpg

prospettiva... f/3,5
Immagine Allegata: _MAX2404.jpg

Flare in controluce sparato a f/22:
Immagine Allegata: _MAX2542.jpg

Un po' caricate lato saturazione...
;)

Ciao,
A.
Foto
Adriano Max
apr 26 2010 12:59
Concordo circa i diaframmi di utilizzo: a centro immagine direi che è fruibile a tutti i diaframmi... se si accetta che è un po' morbido a f/3,5 e f/4. Deciso miglioramento a f/5,6. Utilizzo senza problemi su DX da f/8 in poi... tra f/8 e f/11 credo anch'io raggiunga il suo picco qualitativo: a f/16 e f/22 in particolare l'immagine comincia a degradarsi per diffrazione.

Ciao,
A.
SlowPrint

0 user(s) are online (in the past 15 minutes)

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi