Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Benvenuti su Nikonland Questo sito è indipendente, è autofinanziato, non promuove e non raccoglie pubblicità. Non è collegato con Nikon, Nital o le loro sussidiarie

Nikonland non è una rivista periodica e non è quindi sottoposta alla normativa vigente 

 

SlowPrint
- - - - -

Testa basculante Gimbal


Immagine Allegata: DSC_0064.jpg


Un fatto risaputo delle teste a bilancere é che sono MOLTO costose (diciamo dai 350,00 euro in su).
Se volete spendere il giusto ed avere anche un oggetto che alla fine il suo lavoro lo svolge egregiamente, orientatevi su una "GIMBAL" che mi pare sia di fabbricazione indiana. Alla fine sono dei pezzi di ferro con qualche rondella di metallo e di teflon: io non ho provato la Benro del mio amico ma francamente, alla resa dei conti, non ritengo sia un oggetto talmente complesso nella sua struttura e funzionamento che non possa essere sostituito da un più economico brand. Io l'ho comprata su Ebay a 149,00 euro spedita e inclusa la piastra.

E' pesante, ma lo sono tutte: siamo intorno ai 2 chili. Arriva smontata in tre pezzi e il montaggio é molto semplice ed intuitivo, ci sono in dotazione le istruzioni con una chiara tabella, nell'ultima pagina, che fa riferimento al tipo di piastra d'aggancio a seconda dell'obiettivo (che di solito non é inclusa e si chiede a parte al venditore).
 

Immagine Allegata: P1.gif


Immagine Allegata: P2.gif


Immagine Allegata: P3.gif


La messa in funzione é semplice: la piastra si fissa con una o più viti a brugola (a seconda della staffa dell'obiettivo e della lunghezza della piastra) e poi si deve regolare l'altezza badando bene che l'asse orizzontale che passa al centro della lente sia a pari del pomello di basculaggio, una foto chiarisce meglio:
 

Immagine Allegata: DSC_0074.jpg

 

Questo consente la massima libertà di movimento con il minimo sforzo in quanto si ottiene una posizione di equilibrio per cui tutta la struttura resta sempre nella posizione in cui la metti, sia essa orizzontale:
 

Immagine Allegata: DSC_0071.jpg

verso il basso:
 

Immagine Allegata: DSC_0072.jpg


o verso l'alto:
 

Immagine Allegata: DSC_0070.jpg


Alcuni dettagli:
 

Immagine Allegata: DSC_0066.jpg


Immagine Allegata: DSC_0068.jpg

E una vista generale:
 

Immagine Allegata: DSC_0069.jpg



Al 26 giugno 2010, dopo circa 8 mesi di utilizzo direi relativamente frequente, posso concludere di essere molto soddisfatto dell'acquisto e di non sentire la necessità di upgrade a teste più blasonate e sicuramente di migliore costruzione. E badate bene: chi mi conosce sa che non sono il tipo che si accontenta e bada tanto a spese, se ritengo un oggetto non all'altezza, in breve tempo lo sostituisco con un altro di qualità più elevata.
L'inverno che é trascorso ha visto protagonista il 500 AFS montato sempre su Manfrotto 055 + questa testa Gimbal che ha fatto veramente egregiamente il lavoro per cui é stata prodotta. Mi ha accompagnato sui campi di rugby e nei miei capanni per caccia fotografica, sempre con somma soddisfazione; mai un imprevisto, un malfunzionamento.
La testa oggetto del presente articolo non ha la complessità costruttiva di un obiettivo, é un pezzo di metallo, plastica e qualche rotella di teflon: una volta fatta attenzione a stringere bene i blocchi della piastra (ma questo vale per qualunque altra testa) e bilanciato bene l'obiettivo con la macchina fotografica, essa assolve con onore il compito assegnatole.

Pochi soldi e ben spesi: che volete di più?


Al 10 luglio 2010 vorrei aggiungere due parole a questo articolo dato che sono passato al più voluminoso 600 AFS II f/4.
Ho ritenuto opportuno sostituire la piastra prendendo quella più lunga (la P-50) che consente di ben equilibrare il complesso.
Si vedono, in cima e in fondo, due vitine ferma-corsa che servono ad evitare pericolosi scivolamenti nel caso la farfalla di tenuta della piastra dovesse allentarsi anche di poco.
 

Immagine Allegata: _DSC9703.jpg
 

Devo ammettere, tuttavia, che le vibrazioni cominciano a farsi sentire in modo un po' troppo vistoso e i tempi di sicurezza si accorciano di conseguenza... Scatti perfettamente nitidi a 1/100 diventano complicati ed é quindi necessario salire con gli ISO. Diciamo che con il 500 era l'accoppiata perfetta, con il 600 un po' meno.
 

Immagine Allegata: _DSC9705.jpg

Immagine Allegata: _DSC9707.jpg

 
Test: Yes



57 Comments

Foto
Mauro Maratta
ott 30 2009 10:08
L'impressione materiale ? quella che conta.

Ripeto che le mie perplessit? sono sempre state di ordine virtuale.

Intanto tu ci hai fornito un caso concreto e di successo di acquisto.

Ci dai anche il link del seller di Ebay da cui l'hai comprata ?

Chi ha la Manfrotto 393 ha da aggiungere qualche cosa al riguardo ?

Grazie !

Il venditore ? questo: http://myworld.ebay.it/mcdigital_it

E se questo ? Roby, allora LUI ha una Mafrotto 393! biggrin.gif

Immagine Allegata: DSC_7918.jpg

Foto
Mauro Maratta
ott 30 2009 10:41
Ok, questo ? un seller italiano, quindi molte delle mie perplessit? si attenuano (io avevo visto proprio il venditore indiano).

Viene indicata come clone della Photoseiki (di cui con ROby e ICE abbiamo conosciuto il progettista).
Vedere questarecensione della Photoseiki con il tuo 500/4.

Viene indicata come clone della Photoseiki (di cui con ROby e ICE abbiamo conosciuto il progettista).
Vedere questarecensione della Photoseiki con il tuo 500/4.


Se la solidit? dell'indiana ? al livello della Photoseiki (e non vedo perch? non dovrebbe), mi pare avere delle carte in pi? rispetto alla Manfrotto.
Penso soprattutto al maggiore bilanciamento del tutto, con la possibilit? di centrare perfettamente la lente rispetto alla testa.
In questo modo il movimento sarebbe pi? fluido e naturale, con la possibilit? di "fermarla" in qualsiasi posizione senza necessariamente stringere la frizione laterale ogni volta.

Usala un po', e poi facci sapere.... che mi interessa.Immagine inserita
a_
Il primo di mia conoscenza che la prese fu: ICE-Format, al secolo Francesco Villa.., l'avevamo vista a S.Alessio in mano ad altri più volte.. come pure altre teste.
saputo poi ( S.E.& O. ) che il produttore iniziale tempo fà.. fù propio Manfrotto, la quale costa una bella fetta in meno delle altre, prima lui e poi io ci decidemmo di acqustarla..
io non ho avuto problemi.. anzi.. e tra l'altro la reputo più stabile di altre.. la motivazione è molto semplice, essa è non con un punto solo d'appoggio.. ma due, e questo comporta un deciso minor lavoro del braccio.. visto che sono due.. il bilanciamento? la piastra centrale è su una slitta.. basta centrarla e bloccarla..
se poi, ci piacciono di più oggetti esteri.. beh.. siamo in democrazia...
Concludendo.. ritengo che sia una testa valida... poi?.. fate voi..

PS Rudolf.. che problemi ci sarebbero montare lì sopra un vetro da 8.00,00 ?? almeno l'attacco non è a sbalzo...e poi.. ricorda.. il tuo cannone che un tempo mi ci hai fatto fare un giro.. era montato lì sopra...

Quella foto.. ha.. bei tempi...

[...]

In questo modo il movimento sarebbe pi? fluido e naturale, con la possibilit? di "fermarla" in qualsiasi posizione senza necessariamente stringere la frizione laterale ogni volta.

[...]


Esattamente, pensavo si fosse capito da quanto ho detto poco sopra: nelle foto di cui alle tre posizioni (orizzontale, verso il basso e verso l'alto) la frizione non era serrata: il complesso rimane in qualunque posizione per un gioco di equilibri e quindi il tutto ? maneggevolissimo e DEVE essere rigorosamente utilizzato con tutte e due le frizioni aperte per avere la massima libert? ed immediatizza nei movimenti minimizzando, oltretutto, le vibrazioni.
Gi?.. non sapevo che la mia testa, una volta posta in equilibrio.. non stasse nei tre punti come la Gimbal... se ? cos?.. allora la butto via... anzi, lo dico anche a ICE, cos? ne buttiamo a macero due....

Perch? tu Andrea odi le leghe aeronautiche :post-42-1201873916:

La Photoseiki ? fatta in Ergal e Titanio, l'indiana in ferro dolce

Oddio, e se poi mi vola via con tutto il tele?Immagine inserita
Seriamente, resta da vedere se, a parte il peso certamente maggiore, la versione indiana regga il lavoro a cui ? sottoposta.

io non ho avuto problemi.. anzi.. e tra l'altro la reputo pi? stabile di altre.. la motivazione ? molto semplice, essa ? non con un punto solo d'appoggio.. ma due, e questo comporta un deciso minor lavoro del braccio.. visto che sono due.. il bilanciamento? la piastra centrale ? su una slitta.. basta centrarla e bloccarla..

Perch? proprio la Manfrotto ha il vantaggio di ripartire il peso su due giunti.
Infatti ? concettualmente molto pi? semplice.

Forse un pochino troppo, che se invece delle tre posizioni avessero fatto un sistema che permettesse la regolazione fine, l'equilibrio sarebbe assicurato!
a_


...
Perché proprio la Manfrotto ha il vantaggio di ripartire il peso su due giunti.
Infatti é concettualmente molto piú semplice.

Forse un pochino troppo, che se invece delle tre posizioni avessero fatto un sistema che permettesse la regolazione fine, l'equilibrio sarebbe assicurato!
a_

Possiedo anche io da tempo la Manfrotto e la uso per il Sigma APO 300-800 F5.6 EX DG HSM (la bestiola da 6 Kg + corpo macchina) e posso assicurare che, se si regola bene il punto di fissaggio, ha un ottimo equilibrio :)

Guglielmo
allora mi consolo.. non la butter? via...
Foto
Mauro Maratta
ott 30 2009 18:29

allora mi consolo.. non la butter? via...



Guarda che dicevo dell'indiana e non della tua che sappiamo essere fatta a Bassano del Grappa mentre le leghe orientali (vedi i freni cinesi) sappiamo bene che tendono a fessurarsi e a spezzarsi.
Questa Gimbal ? la copia sputata della Wimberley che per? costa circa 4 volte di pi?.

E' in un pezzo solo ricavato per fusione (pi? robusto) o in pi? parti saldate ?

La Photoseiki ? composta da pi? parti innervata, giuntate con viti e sistemi di precisione.

Insomma, senza voler parlar male di nessuno ... spese svariate migliaia di euro per un supertele e relativo corpo digitale appeso dietro, risparmiare sulla testa sembra un p? come andare al matrimonio con un vestito di seta e le scarpe da tennis ...
Tranquillo, tutto sotto controllo. E' un solo pezzo ricavato per fusione. Non si parla di un battery pack, son sempre pezzi di ferro, innervati o meno. Se ? robusto e mi fa il servizio lo preferisco ad uno 4 volte pi? costoso.
Foto
Mauro Maratta
ott 31 2009 06:42
L'ho appena ordinata anche io così la provo. :bigemo_harabe_net-03:
Bene. Il primo che gli si stronca con sopra un obiettivo da svariate migliaia di euro, avvisi su questo topic. :P
Foto
Mauro Maratta
nov 07 2009 10:53
Arrivata.
Montata.

Sembra nel complesso ben fatta in una lega simile a quella che usa Manfrotto (alluminio, credo ma pu? essere che ci sia anche antimonio).
E' stabile con sopra il 400/2.8VR.
Messa in posizione ... la mantiene.

Il movimento ? molto fluido e dovrebbe permettere di seguire anche oggetti in rapido movimenti (ad es. aerei).

La tester? sul campo appena possibile.

PS : ma a cosa servono tutte quelle viti ?
Foto
Mauro Maratta
nov 07 2009 16:52
Beh ... su queste cifre (300 sterline pi? o meno ) ... io mi compro uan Wimberley o una Photo Seiki ...

Arrivata.
Montata.

Sembra nel complesso ben fatta in una lega simile a quella che usa Manfrotto (alluminio, credo ma pu? essere che ci sia anche antimonio).
E' stabile con sopra il 400/2.8VR.
Messa in posizione ... la mantiene.

Il movimento ? molto fluido e dovrebbe permettere di seguire anche oggetti in rapido movimenti (ad es. aerei).

La tester? sul campo appena possibile.

PS : ma a cosa servono tutte quelle viti ?


Quelle con la testa grossa e testa a brugola grossa (fornita) ovviamente son quelle che tengono la piastra sulla staffa dell'obiettivo, ce ne sono in abbondanza nel caso ne perdessi una o pi?.
Quelle piccole con testa a brugola piccola (anch'essa fornita) si avvitano sulla piastra in cima ed in fondo e servono per evitare che nel caso tu non avessi stretto bene il piede dell'obiettivo questo scivoli in avanti o indietro cadendo rovinosamente. Sono praticamente un ferma corsa ma ho capito che si usano solo sulle piastre pi? lunghe che sporgono dal piede. A quelle pi? corte non si posso applicare perch? vanno ad interferire con la base dello stesso.
In dotazione ci sono anche due adattatori per la vite della testa per standard diversi da quello Manfrotto.

C'est tout. :)
Foto
danighost
nov 11 2009 15:07
Io rimango sempre dell'opzione manfrotto 501, una testa video e via.:bigemo_harabe_net-186:
Agostino, hai poi risolto?

Sono un patito delle leste a bilanciere, ne ho avute tre, due Wimberly (una 200 ed una 101, entrambe vendute a favore di una PhotoSeiki. Quest'ultima ? meglio costruita, estremamente rigida, in ergal dal pieno, meccanicamente ineccepibile, regge praticamente tutto in sicurezza.
Ho provato la Manfrotto, estremamente macchinosa da utilizzare e non usa piastre Arca. Le teste video necessitano di una mano libera per un uso fluido, mentre con le teste a bilanciere si sposta semplicemente la macchina. Inoltre l'equilibrio del tutto, se ben bilanciato, ? stabile.
La Gimbal ? la copia economica della Wimberly, vale quello che costa e si comporta bene, ma la PhotoSeiki ? una fuoriserie tra le teste simili ed i suoi soldini li vale tutti.

Giovanni
Foto
danighost
gen 08 2010 21:04

Agostino, hai poi risolto?

Sono un patito delle leste a bilanciere, ne ho avute tre, due Wimberly (una 200 ed una 101, entrambe vendute a favore di una PhotoSeiki. Quest'ultima ? meglio costruita, estremamente rigida, in ergal dal pieno, meccanicamente ineccepibile, regge praticamente tutto in sicurezza.
Ho provato la Manfrotto, estremamente macchinosa da utilizzare e non usa piastre Arca. Le teste video necessitano di una mano libera per un uso fluido, mentre con le teste a bilanciere si sposta semplicemente la macchina. Inoltre l'equilibrio del tutto, se ben bilanciato, ? stabile.
La Gimbal ? la copia economica della Wimberly, vale quello che costa e si comporta bene, ma la PhotoSeiki ? una fuoriserie tra le teste simili ed i suoi soldini li vale tutti.

Giovanni


In che senso macchinosa?, alzo e abbasso, giro a destra e a sinistra, ? compatta, costa poco, una volta trovata la frizione giusta resta a posto.
Giovanni, mi incuriosisci.. in che senso la testa Manfrotto ? macchinosa?.. io l'ho vista all'opera la prima volta da un'altro amico del forum, la provai.. visto l'uso.. il costo e il resto, l'ho presa e mi v? bene.. certamente ci sar.. sono teste costruite anche meglio.. ma per il mio uso.. ? OK, solo che non capisco il macchinoso.., montata l'ottica bilanciata e regolato la frizione.. altro non faccio...
Foto
danighost
gen 08 2010 21:12
Ops forse Giovanni non ti riferivi alla 501 video?
@Roby

macchinosa per trasportarla ed ingombrante data la forma. Che poi vada bene ? tutt'altra cosa. L'ho provata e mi sembra buona e soprattutto economica. un po' meno maneggevole rispetto sia alla Wimberly che alla PhotoSeiki.

@Danighost
La testa ? questa: Immagine Allegata: 501video.jpg

La conosco bene perch? ce l'ho, ma per fare foto al volo di uccelli preferisco la PhotoSeiki.

Giovanni
Foto
danighost
gen 08 2010 21:29
S? Giovanni proprio quella, vorr? dire che dovr? provare uan testa a bilenciere, magari come la tua.

Se pi? avanti si organizza un'uscita di fotonaturalistica ....
CAPITO.... ma io non ho quella.. scusa..non mi pare il caso di montare un badaluff di roba su una testa " video".. la testa video ce l'ho.. ma per la telecamera e basta.... io ho la testa Manfrotto .. mi sfugge la denominazione.. è quella a doppio " U "... capito?..
bene abbiamo afferrato qual'era la differenza...
ops.. nella fretta.. ho scambiato la mia risposta con quella di dany..

ritorno sui miei passi allora.. hai ragione che è ingombrante.. ma sino ad una settimana fà.. con la station wagon.. non avevo problemi di sorta.. ora invece.. da domani altra musica...
SlowPrint

0 user(s) are online (in the past 15 minutes)

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi