Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Benvenuti su Nikonland Questo sito è indipendente, è autofinanziato, non promuove e non raccoglie pubblicità. Non è collegato con Nikon, Nital o le loro sussidiarie

Nikonland non è una rivista periodica e non è quindi sottoposta alla normativa vigente 

 

SlowPrint
- - - - -

Godox XT32N trasmettitore wireless manuale HSS (test/prova)

godox flash wireless trasmettitore x1t ft16

Il controllo wireless via radio è uno dei punti di forza del sistema Godox che sin da principio hanno previsto questa funzionalità nei loro flash.
 
Una panoramica del sistema Godox allo stato attuale :
Immagine Allegata: GODOX_SYSTEM_1d1400.jpg
sono inclusi tutti i trasmettitori, i ricevitori e tutti i tipi di flash, sia manuali che TTL
 
I loro flash sono predisposti per il controllo via radio tramite adattatore esterno (vecchie generazioni), oppure hanno integrato un ricevitore wireless.
 
Dalla prima tecnologia a 433 Mhz sono poi passati allo standard di mercato a 2.4GHz.
E nel mentre sono state inserite nuove funzionalità, tra cui il controllo dei flash a tempi rapidi (HSS) e il TTL.
 
Questo ha comportato l'aggiornamento dei trasmettitori (oltre che dei ricevitori).
 
Dal primo FT16 a radiolina e bassa frequenza, si è passati al modello XT16.
L'uscita dei flash a controllo TTL ha richiesto però un controllo ancora più sofisticato e ciò ha richiesto un nuovo trigger, il modello X1T.
 
Ammetto che non mi sono mai trovato bene con FT16 ed XT16 (in realtà li ho detestati con tutto me stesso !), sprovvisti di comandi "sicuri" e rapidi, macchinosi, vecchi nella loro impostazione.
 
Tanto da farli sembrare archeologia industriale in confronto al X1.
 
Credo per questo motivo, da circa un anno, Godox ha proposto un nuovo trasmettitore manuale, di impostazione completamente differente al vecchio modello, che prende il meglio della tecnologia dell'X1 in un formato - a mio parere - ancora più ergonomico e pratico.
 
Si tratta del nuovo Godox XT32 oggetto di questo articolo.
 
Immagine Allegata: GODOX_SYSTEM_5b900.jpg
i tre trasmettitori "standard" Godox, il modello XT32 in mezzo tra i due estremi X1 ed XT16.
 
si tratta di un trasmettitore che si monta a slitta sulla fotocamera come i precedenti, alimentato anche esso con due stilo normali da 1.5 V, che funziona alla frequenza di 2.4GHz e pesa solo 80 grammi in tutto.
 
Si presenta molto meglio del precedente FT16 e guarda al futuro, tanto da essere aggiornabile (eventualmente) via porta USB.
 
Il display è grande è chiaro. Tutte le indicazioni sono visibili. I comandi "parlano" senza dip-switch di difficile attuazione o strane manovelle.
 
Immagine Allegata: Products_Remote_Control_XT32_Wireless_Flash_Trigger_06.jpg
disposizione dei comandi e porta USB per l'aggiornamento del firmware
 
Immagine Allegata: Products_Remote_Control_XT32_Wireless_Flash_Trigger_05.jpg
indicazioni del display
 
il trigger comanda, oltre alla potenza di gruppi (16) e canali separati (32), anche la luce pilota e il cicalino del pronto flash.
In questo è straordinariamente più flessibile del pur buon X1 che, nella versione Sony, si ferma a soli 3 gruppi.
 
Disponibile effettivamente da un anno per l'attacco Canon, solo in questi giorni è in distribuzione il modello per Nikon. Io l'ho comprato da Amazon Prime a 46 euro.
 
 
 
 




Test: Yes



12 Comments

Volendo prendere un flash wireless e relativo trasmettitore, spinto lo ammetto dal prezzo allettante piuttosto che da una reale (almeno per ora) necessità, avevo puntato i prodotti Yongnuo.

Darò un' occhiata anche a questi Godox.
Grazie come al solito :)
Foto
Mauro Maratta
giu 21 2017 12:53

Paolo, attendi prima - se puoi - la guida all'acquisto del flash che scriverà presto Max Aquila ;)

Sarà omnicomprensiva e multimarchio :)

Foto
Fab Cortesi
giu 21 2017 12:58

Mauro una domanda, perche hai comprato un XT32 quando hai gia XT1?

Che offre in piu' a parte poter gestire piu' gruppi (tre mi sembrano sufficienti no?

Lo chiedo per valutare la necessita.

Foto
Mauro Maratta
giu 21 2017 13:16

Mauro una domanda, perche hai comprato un XT32 quando hai gia XT1?

Che offre in piu' a parte poter gestire piu' gruppi (tre mi sembrano sufficienti no?

Lo chiedo per valutare la necessita.

 

 

In studio con i flash grossi è di gran lunga più rapido e di immediato utilizzo.

L'X1T costringe a premere un sacco di tastini e girare rotelline e spesso ci si impiccia.

E poi mancano dei comandi nell'X1T che invece sono presenti nel XT32 (sempre per l'uso con flash seri, non a slitta).

 

Ripeto, parlo di impiego con monotorcia da studio in manuale. Con flash TTL le sue funzionalità in larga parte si perdono perchè c'è poco o niente da regolare. Però i tasti dell'X1T sono piccoli, compressi e per abilitare una cosa bisogna premere una cosa, poi girare, poi ripremere per confermare etc. etc. Con l'XT32 giri la rotella e regoli la potenza. Premi il tasto luce pilota e la luce si accende o si spegne. Etc. etc. di quel gruppo, non inavvertitamente del gruppo E mentre tu pensavi di lavorare con il gruppo A.

 

Peraltro io ipotizzo che l'X2T in corso di sviluppo in questi mesi, somiglierà nell'ergonomia più all'XT32 che all'X1T.

 

E in ogni caso, se non l'avessi comprato, non l'avrei potuto provare, e nemmeno ne avrei potuto scrivere :marameo:

Paolo, attendi prima - se puoi - la guida all'acquisto del flash che scriverà presto Max Aquila ;)
Sarà omnicomprensiva e multimarchio :)


Ragazzi ma quanto siete prolifici, non vi sto dietro!

Attendo trepidante, intanto cerco di capirci qualcosa di più di masterslavetriggerttlhss
Foto
Mauro Maratta
giu 21 2017 13:41

Ragazzi ma quanto siete prolifici, non vi sto dietro!

[...]

 

 

Siamo qui per quello :marameo:

Foto
Fab Cortesi
giu 21 2017 14:03

 

 

In studio con i flash grossi è di gran lunga più rapido e di immediato utilizzo.

L'X1T costringe a premere un sacco di tastini e girare rotelline e spesso ci si impiccia.

E poi mancano dei comandi nell'X1T che invece sono presenti nel XT32 (sempre per l'uso con flash seri, non a slitta).

 

Ripeto, parlo di impiego con monotorcia da studio in manuale. Con flash TTL le sue funzionalità in larga parte si perdono perchè c'è poco o niente da regolare. Però i tasti dell'X1T sono piccoli, compressi e per abilitare una cosa bisogna premere una cosa, poi girare, poi ripremere per confermare etc. etc. Con l'XT32 giri la rotella e regoli la potenza. Premi il tasto luce pilota e la luce si accende o si spegne. Etc. etc. di quel gruppo, non inavvertitamente del gruppo E mentre tu pensavi di lavorare con il gruppo A.

 

Peraltro io ipotizzo che l'X2T in corso di sviluppo in questi mesi, somiglierà nell'ergonomia più all'XT32 che all'X1T.

 

E in ogni caso, se non l'avessi comprato, non l'avrei potuto provare, e nemmeno ne avrei potuto scrivere :marameo:

Perfetto grazie.

Come detto la mia domanda era puramente una curiosita', effettivamente X1T, non e' il massimo della semplicita', oltretutto non e' facile cambiare i setting rapidamente, ma e' facile cambiarli inavvertitamente

paradossale pero e' cosi. 

Sembra piu' un prototipo "cinese" che uno strumento definitivo.

 

Al momento non disponendo di Flash da studio Godox continuo a utilizzare X1T, che trovo sufficiente per il mio uso in remoto.

Foto
happygiraffe
giu 21 2017 14:05

Da quanto vedo il prezzo di vendita di XT32 e X1T è allineato. 

Foto
Fab Cortesi
giu 21 2017 14:10

Da quanto vedo il prezzo di vendita di XT32 e X1T è allineato. 

 

Pero credo che non ha la funzione TTL

Foto
Mauro Maratta
giu 21 2017 14:18

 

Pero credo che non ha la funzione TTL

 

Confermo l'XT32 è solo manuale (come da titolo).

Vedremo poi come sarà effettivamente l'X2T che è in corso di sviluppo.

L'X1T funziona ma non è il massimo sia come manovrabilità che come affidabilità in situazioni in cui ci sono più fotografi che usano regolazioni differenti tra loro.

Foto
Dario Fava
giu 26 2017 15:11

 

 

In studio con i flash grossi è di gran lunga più rapido e di immediato utilizzo.

L'X1T costringe a premere un sacco di tastini e girare rotelline e spesso ci si impiccia.

E poi mancano dei comandi nell'X1T che invece sono presenti nel XT32 (sempre per l'uso con flash seri, non a slitta).

 

Ripeto, parlo di impiego con monotorcia da studio in manuale. Con flash TTL le sue funzionalità in larga parte si perdono perchè c'è poco o niente da regolare. Però i tasti dell'X1T sono piccoli, compressi e per abilitare una cosa bisogna premere una cosa, poi girare, poi ripremere per confermare etc. etc. Con l'XT32 giri la rotella e regoli la potenza. Premi il tasto luce pilota e la luce si accende o si spegne. Etc. etc. di quel gruppo, non inavvertitamente del gruppo E mentre tu pensavi di lavorare con il gruppo A.

 

Peraltro io ipotizzo che l'X2T in corso di sviluppo in questi mesi, somiglierà nell'ergonomia più all'XT32 che all'X1T.

 

E in ogni caso, se non l'avessi comprato, non l'avrei potuto provare, e nemmeno ne avrei potuto scrivere :marameo:

Bisogna anche ricordarsi cosa premere, perché con soli tre pulsanti hanno dovuto optare per i doppi click e le pressioni lunghe... dupalle.. 

Io non sopporto quel genere di manovre. E date una funzione ad ogni pulsante con scritto cosa fa e che diamine.

Foto
Mauro Maratta
giu 26 2017 15:28

Quindi comprati su Amazon questo XT32N e vedrai che bellezza.

SlowPrint

0 user(s) are online (in the past 15 minutes)

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi