Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


  • You cannot edit this record

50mm Nikkor - I benchmark Nikon -----

Submitted by: Adriano Max
Submitted: nov 08 2010 09:52
Last updated: nov 08 2010 15:54
Category: Normali
Titolo : 50mm Nikkor - I benchmark Nikon
Keywords :

Eccoci a presentare la pi? classica delle focali, il 50mm !



Nikon attualmente a catalogo ha due ottiche di questa focale, che andiamo a presentare, cominciando con il pi? luminoso:

Nikkor 50mm f/1,4 AFD

Schema ottico: 7 lenti in 6 gruppi
Diaframma da f/2,8 a f/16
Diaframma: 7 lamelle
Minima distanza di messa a fuoco: 45cm
Diametro filtri: 52mm
Dimensioni: diametro 64.5mm ; sporge dall'innesto 42,5mm; lunghezza totale 52,5mm
Peso: 230gr

Immagine Allegata: 50_1.4_sopra.jpg Immagine Allegata: 50_1.4_sotto.jpg


Nell'immagine seguente il risultato delle misure effettuate tramite Imatest per quanto riguarda la nitidezza. L'obiettivo pi? luminoso mostra tutta la sua classe, specie ai bordi, molto ben corretti (i dati a f/1,8 non sono stati rilevati; il diaframma minimo a cui confrontare i due obiettivi ? f/2):

Immagine Allegata: 50_1.4_mtf.jpg


Ecco invece i risultati delle misure relative all'aberrazione cromatica laterale:

Immagine Allegata: 50f1.4_CA.jpg


Questo difetto ? ben controllato nella versione superluminosa, mentre risulta pi? accentuato nel fratello 'minore' pi? sotto descritto.
Per quanto riguarda la vignettatura le prestazioni dei due obiettivi, ai diaframmi comuni, sono invece molto simili e visivamente non distinguibili. A TA il modello superluminoso mostra una caduta di luminosit? negli angoli prossima a un diaframma:

Immagine Allegata: 501.4_Vign.jpg


Il dato relativo alla distorsione mostra come questa sia pi? accentuata nel modello superluminoso:

Immagine Allegata: _dsc1579_distorsione_distortion.png




Segue il pi? economico fratello 'minore':

Nikkor 50mm f/1,8 AFD

Schema ottico: 6 lenti in 6 gruppi
Diaframma da f/2,8 a f/22
Diaframma: 7 lamelle
Minima distanza di messa a fuoco: 45cm
Diametro filtri: 52mm
Dimensioni: diametro 63.5mm ; sporge dall'innesto 39mm; lunghezza totale 48mm
Peso: 155gr

Immagine Allegata: 50_1.8_sopra.jpg Immagine Allegata: 50_1.8_sotto.jpg


Ecco il grafico dei dati relativi alla nitidezza:

Immagine Allegata: 50_1.8_mtf.jpg


Come pi? sopra accennato le prestazioni ai bordi per essere di alto livello necessitano di chiudere il diaframma a f/4. Pi? sotto alcune immagini rendono conto 'visivamente' della differenza di prestazioni ai bordi tra i due obiettivi.
Anche l'aberrazione cromatica laterale, pi? elevata in questo modello, non contribuisce alla qualit? complessiva dell'immagine, specie ai bordi:

Immagine Allegata: 50f1.8_CA.jpg


La vignettatura presenta livelli simili nei due obiettivi:

Immagine Allegata: 501.8_Vign.jpg


Il dato relativo alla distorsione, pi? contenuta nel modello meno luminoso:

Immagine Allegata: _dsc1577_distorsione_distortion.png



Ecco invece degli scatti che evidenziano le differenze di comportamento in controluce tra le due ottiche. Qui ? il modello meno luminoso che 'tiene' meglio il controluce:

Nikon 50mm f/1,4 AFD a f/8:

Immagine Allegata: controluce_1.4_web.jpg


Nikon 50mm f/1,8 AFD a f/8:

Immagine Allegata: controluce_1.8_web.jpg


Il test ? stato effettuato utilizzando una Nikon D200.

Ecco ora una serie di scatti presi alla fronda di alberi:

Immagine Allegata: fronde.jpg


Le immagini sono crop al 100% dalla stessa posizione, mettendo a fuoco in AF sui due rami incrociati della prima serie. E' ancora evidente la miglior risoluzione del 50mm f/1,4, tuttavia si evince anche chiaramente come il comportamento tra i due vetri sul campo non differisca poi molto. Il 50 f/1,8 ? molto pi? 'secco' nel mettere a fuoco; il pi? luminoso tentenna leggermente di pi?... tra i due comunque il pi? piacevole da usare ? senz'altro il pi? luminoso: la 'riserva' di 2/3 di stop e la costruzione pi? robusta si fanno sentire !!

Ecco la prima serie di confronti al centro (diaframmi segnati sull'immagine):

Immagine Allegata: confronto_50_centro.jpg


Qui invece la serie di confronti al bordo (diaframmi come nell'immagine precedente):

Immagine Allegata: confronto_50_bordo.jpg


Colgo l'occasione per sottolineare che, sul campo, la messa a fuoco rappresenta un fattore critico per la nitidezza delle immagini !

Ecco invece una serie di scatti effettuati in AF al Duomo di Milano:

Immagine Allegata: madonnina_tot__.jpg


Qui la serie di crop al 100% sulla Madonnina:

Immagine Allegata: confronto_madonnina.jpg


la maggior qualit? e risoluzione del modello pi? luminoso ? visibile, tuttavia mi sembra di poter sostenere che sul campo non ? poi cos? evidente, specie perch? la costruzione pi? compatta e con una lente in meno del modello f/1,8 gli consente di spuntare un maggior contrasto e 'squillantezza' dell'immagine.
Il modello superluminoso ? anche affetto da una minima curvatura di campo, che fa s? che centro e bordi non siano a fuoco perfettamente sullo stesso piano. Questi scatti sono stati effettuati affidandomi esclusivamente all'AF e in questo caso il modello meno luminoso si ? dimostrato pi? preciso... noterete per? , nella serie sotto (diaframmi come nella serie sopra), a centro immagine, che a f/1,8 - dove la precisione dell'AF ? a pari livello tra gli scatti - il 50mm f/1,4 ? sensibilmente superiore al minore 50mm f/1,8 !

Immagine Allegata: confronto_madonnina_centro.jpg


Mi sono comunque molto divertito con il superluminoso, che in condizioni di scarsa luminosit? lascia gioco e consente di lavorare 'veloci' ! Ecco qualche esempio:

Situazione critica ! a ISO 800 e f/1,4 sono comunque riuscito a scattare a 1/15sec ottenendo un'immagine micromossa ma ancora 'accettabile':

Immagine Allegata: 1.4_15_800.jpg


Anche questa ? un'immagine che beneficia del diaframma aperto a f/1,4 (ISO 800, 1/1000sec) sia per la profondit? di campo, sia per il tempo rapido utilizzato:

Immagine Allegata: 1.4_1000_800.jpg


la gradevolezza del fuori fuoco di questo obiettivo ? splendida !

David Linch, il mio regista preferito, in mostra alla Triennale di Milano:

Immagine Allegata: 1.4_1000_200.jpg


Neon anni '70. La prima a f/2,8 1/350sec ISO 200; la seconda a f/1,4 1/2000sec ISO 200:

Immagine Allegata: 2_8_350_200.jpg


Immagine Allegata: 1.4_2000_200.jpg


L'ultimo scatto ad una statua presso la biglietteria della Triennale, ho perso per un soffio una luce migliore... questa ? un po' 'dura' (f/1,4 1/4000sec ISO 200):

Immagine Allegata: 1.4_4000_200.jpg




CONCLUSIONI


Il test mi sembra esaustivo: entrambi gli obiettivi si esprimono ad un livello qualitativo molto elevato.

C'? da sottolineare che il modello superluminoso f/1,4 ? costruito molto meglio del pi? 'plasticoso' f/1,8; che come tutti i superluminosi d? il suo meglio in condizioni di luce critiche e che consente di raggiungere prestazioni superiori un diaframma prima del 'fratellino' meno luminoso. In condizioni di luce diurna le prestazioni sono molto simili da f/2,8 in poi (a diaframmi pi? aperti prevale il superluminoso), ma il meno luminoso offre forse un briciolo di contrasto in pi?, reggendo meglio il controluce.


Commenti e ampliamenti di questo test QUI.
Articoli simili :
  • You cannot edit this record
Array