Light Style© by Fisana

Vai al contenuto






Foto
- - - - -

[Libro Nikonland Centenario] La mia storia con Nikon

Inviato da Pedrito , 18 agosto 2017 · 233 visualizzazioni

Nikonland centenario

Della fotografia sono stato sempre appassionato, almeno fin da quando ancora ragazzo - alla fine degli anni Settanta -  frequentavo il mio migliore amico che aveva il papà fotoamatore e fedele nikonista, e tutti insieme uscivamo a fotografare. Forse saranno state le sue macchine e i suoi obiettivi, tutti rigorosamente giapponesi e di colore... giallonero a farmi desiderare di possedere fra tutte una Nikon, fatto sta che da quel momento se ne avessi avuto la possibilità non avrei avuto dubbi su quale macchina avrei scelto per scattare le mie foto.
 
Più avanti, studente di liceo senza un soldo in tasca, osservavo con un po' di invidia gli amici che potevano permettersi una reflex con un rispettabile corredo e, soprattutto, la possibilità di acquistare, sviluppare e stampare le proprie pellicole senza apparente difficoltà nel sostenerne i costi. Ma me ne facevo una ragione.
 
In quel periodo, quando riuscivo ad averla in prestito da mio padre, utilizzavo una Konika Autoreflex T che cercavo di sfruttare al meglio per tutto il (breve) tempo in cui ne avevo la disponibilità. Poi arrivò in regalo la Ricoh 500G, una buona macchina a telemetro mai troppo amata. Ma il desiderio era di avere una Nikon...
 
Dopo alcuni anni di abbandono della fotografia praticata dovuto al poco tempo disponibile dagli studi universitari e dallo sport ecco che, un po' a sorpresa, nel 2000 nel giorno del compleanno arriva la mia prima Nikon, nuova, tecnologica e... digitale: la Coolpix 775! Mi si aprì un mondo.
 
Sì, certo, non si trattava di una macchina particolarmente prestante: la batteria durava un amen, esposizione e messa a fuoco erano solo in modalità automatica, ma aveva un bell'obiettivo, era digitale e la possibilità di sfruttarne le moderne caratteristiche offerte dalla sua tecnologia mi dischiusero un oceano di occasioni fotografiche.
 
Dopo aver utilizzato in seguito una Panasonic Lumix FZ20, la compattona che mi permise di approcciare e testare con più versatilità i generi fotografici che in futuro avrei praticato, ecco che nel 2009 arrivò finalmente il tempo di fare il grande salto verso una fotocamera professionale, quella che sarebbe stata la mia prima reflex digitale, ovviamente Nikon.
 
E grazie anche ai preziosi consigli ottenuti dagli amici di Nikonland che in quel periodo avevo cominciato a frequentare sul forum, la scelta cadde sulla Nikon D300. E fu amore a prima vista: autofocus veloce e preciso, esposimetro altrettanto chirurgico, robusta quanto basta per affrontare ogni tipo di intemperie e urti, è stata la mia inseparabile compagna durante tanti viaggi in giro per l'Italia e l'Europa.
 
Nel 2013, poi, ecco la mia prima mirrorless, ovviamente giallonera: Nikon One V1, un piccolo mostro di velocità nella messa a fuoco e nello scatto, con una buona autonomia in un corpo robusto e compatto. Dopo averla dotata di uno standard 50mm e di uno zoom 80-300mm equivalenti, la porto ancora con me nelle uscite leggere e disimpegnate.
 
Nel 2014, infine, ecco la fulfreim! Amante delle corte focali, degli scatti in luce ambiente anche quando di luce ce n'è pochina e di una fotocamera leggera e maneggevole, il passaggio alla Nikon D750 appena uscita sul mercato fu quasi naturale. E' stato per me un ulteriore salto di qualità: ISO strepitosi fino a 12.800, messa a fuoco eccellente anche al buio, display orientabile (è stata la prima ad averlo fra le reflex), doppio slot per le memorie e versatile nell'uso "di strada", mi accompagna ovunque tuttora.
 
Ma veniamo alle foto.
 
 
(da completare)






Commenti recenti

Categorie

Ultimi Visitatori

  • Foto
    Ossiani
    14 nov 2017 - 14:40
  • Foto
    nikolas
    19 set 2017 - 21:13
  • Foto
    mao95
    29 ago 2017 - 08:54
  • Foto
    Leonardo Visentìn
    23 ago 2017 - 09:48
  • Foto
    Roby C
    21 ago 2017 - 18:42