Light Style© by Fisana

Vai al contenuto






Foto
- - - - -

[personale] Vincere la sfida del futuro, per me non è solo un dovere ma un obbligo

Inviato da Tiziano Manzoni fototm , 05 marzo 2016 · 1480 visualizzazioni

studio still life

Mi sa che sto blog mi sta sfuggendo di mano...!!! :)

 
Gli uomini hanno da sempre sentito la necessità di comunicare tra di loro e per farlo, nel corso del tempo, hanno elaborato diversi metodi. L’angoscia dei principali eventi della vita, unita al desiderio di testimoniarne il passaggio e nel far conoscere ad altri ciò che si vede o ciò che accade altrove è alla base dell’istinto fotografico.
 
Il fotografo, immortalando l’attimo, lo trascende e lo riveste di un qualcosa impalpabile che lo tende che che se ne pensi nel fermare un attimo storico, disponibile ad altri non presenti in quel fatidico momento!
 
 
La spiritualità del frame/fotografia è incredibile, se ci pensate, supera i limiti della mortalità fisica.
 
La fotografia, pertanto, soddisfa l’arcaico bisogno di sostituire l’oggetto, e anticipa i tempi nella copia e forse nella clonazione 2D, ovviamwente nel senso lato e metafisico.
 Abbiamo nostalgia della realtà e cerchiamo di ricrearla con gli strumenti che abbiamo a disposizione.  Nello stesso tempo, tuttavia, la fotografia ci rende impotenti di fronte alla realtà, ci illude di poterla cogliere.
Spiazza le nostre certezze.
L’immagine fotografica non solo riflette il mondo esterno o almeno una parte di essa, ma proietta costantemente il mondo interiore dell’autore.
La vita che ci portiamo dentro diventa il filtro di noi stessi che poniamo fra la realta e il nostro occhio, diamo uno stile che è caraterizzato dalla nostra storia.
 
 Ogni immagine sia essa “naturale” o “artificiale”, “ documentale” o “ creativa”, non è altro che un momento reale o costruito che noi andiamo a fermare mediante una certa fotocamera, con un tempo dell'otturatore il  diaframma,  gli ISO e inquadratura rappresenta un procedimento meccanico subordinato a una specifica decisione comunicativa.
 
L’immagine fotografica è pornografica, nel senso che rende visibile ciò che non si deve vedere, spoglia chi viene fotografato e colui che fotografa, scavando dentro la pelle, alla ricerca dei segreti più intimi di entrambi.  
Lo spettatore s’impossessa di tutto ciò. Lo fa suo proiettandolo nel suo universo. Il senso delle immagini non spetta solo al suo autore.
Chi guarda, infatti, diventa titolare del senso che prova.
 
Per mezzo del godimento visuale, lo spettatore si tramuta in una specie di co-autore. Senza di lui il senso ultimo di un’immagine non esisterebbe.
Creare un qualcosa per mandare un messaggio è un'altra componente del mio lavoro, piu difficile a farsi che a dirsi.
Pensare a qualcosa che non esiste e poterlo realizzare è segno di creatività, e alla base ci sta la nostra vita che come sempre ritorna in modo energico, il tuo percorso, quello che hai letto, quello che hai ascoltato, chi hai frequentato, la tua idea politico-sociale esce spesso in quello che poi metti nero su bianco o forse oggi meglio dire, pixel su sensore…
 
Io mi diverto e spesso genero qualcosa che faccio un po’ per gioco un po per mettermi alla prova…
qui posto uno scatto, pensato e ragionato e condiviso per uno scopo.
Il lato tecnico è semplice, il lato espressivo importante, fra tutto questo ci devi mettere 4 fratelli scatenati
Una mamma in dolce attesa, e un papà che ha deciso di candidarsi sindaco per la mia città.
Ma sopratutto, un amico nonché mio avvocato che ormai dal lontano 1988 mi difende in sede civile e penale. La foto nasce sulla base del personaggio, cercavo di fare qualcosa che fosse di impatto e fosse diretto, in politica si usano le frasi come lame, ma spesso sono inusuali e ripetitive, e non hai molta scelta…
Quando ancora stava meditando la sua candidatura si dimise dalla presidenza di una municipalizzata, e nell’intervista esce questo discorso:
perché da elettore dovrei votare Benedetto Bonomo?
Perché credo al futuro. E non potrebbe essere altrimenti: ho 5 figli e loro sono la quintessenza del domani. Per questo vincere la sfida del futuro, per me non è solo un dovere ma un obbligo. Il futuro dei figli ti dà una motivazione mille volte più grande di altri. Ti porta a credere alla famiglia, nella società. Ti spinge a costruire modelli socio-economici in cui nessuno si trovi in difficoltà. Perché se lo sarà nuocerà anche ai tuoi figli.
 
Slogan:
“Vincere la sfida del futuro, per me non è solo un dovere ma un obbligo.”
 
Immagine…
 
                                                              Immagine Allegata
 
 
Backstage  inferno 4 bambini, convincerli a posare e fare si che tutti guardassero in camera...
 
Immagine Allegata
 
Immagine Allegata
 
Immagine Allegata
 
Immagine Allegata
 
Immagine Allegata
 
Immagine Allegata
 
Immagine Allegata

Miniature Allegate

  • Immagine Allegata





Foto
danighost
mar 06 2016 18:49

La figlia più grande ha uno sguardo che dice tutto!!! ... Immagino sia stata una bella sfida ;) ...

facile non deve essere stato..

Foto
Tiziano Manzoni fototm
mar 07 2016 10:57
Per quanto mi piacciono i bimbi... Li ho temuto il peggio per l'attrezzatura del mio studio, credo vedere lastre di polistirolo per dei bimbi di quel l'età sia come portarli al parco giochi...
Foto
danighost
mar 12 2016 19:30

E sì ...

Foto
danighost
mar 12 2016 19:31

Se vuoi vengo a trovarti con il mio, ha quasi 10 mesi e mezzo :P ... e gattona spedito!!!