Light Style© by Fisana

Vai al contenuto






Foto
- - - - -

[personale] 2017 : la pace dei sensori ?

Inviato da Lieve , 10 gennaio 2017 · 2005 visualizzazioni

[personale] 2017 : la pace dei sensori ?

Vorrei vedere Casey Stoner tirare fuori 5 stop di dinamica a 100 ISO dal sensore della Nikon D5.
 
Beninteso, la D5 è fenomenale, ci vede al buio e il suo autofocus è il suo reale motivo di acquisto.
Anche a 20.000 ISO la sua dinamica è elevata e il file ben lavorabile.
Ma a 100 ISO la foto è così come è, se l'esposizione è corretta, meglio non giocarci troppo.
 
E vorrei vedere ancora Casey Stoner a recuperare un ritratto fantastico ben esposto, con una espressione impagabile, ben composto e meglio ancora illuminato ... se l'autofocus della sua D810 ha messo a fuoco sulle ciglia anzichè sull'iride dell'occhio della rossa naturale che sta davanti a LUI !
 
Già. Ovviamente sono il primo a dire che la foto la fa il fotografo (con la collaborazione fondamentale del soggetto, quale esso sia : un sasso, una lumaca, la volta celeste o Monica Bellucci) ma se lo scalpello non taglia, anche Michelangelo dopo un pò getta gli attrezzi a terra, manda a stendere tutti quei blocchi di marmo di Carrara che si è fatto portare in bottega e si va a fare un bottiglione di rosso ben fermo ... e chi si è visto si è visto.
 
Perchè questa premessa ?
 
Perchè stavo constatando in questo inizio di 2017 che il mio peregrinare tra tutte le ottiche da ritratto disponibili per Nikon è - possibilmente giunto al termine.
 
Ho usato in questi ultimi 16 anni praticamente tutto con l'esclusione dei macro non motorizzati Nikon.
 
Sono andato dal 180/2.8 in tutte le salse ai due DC, tutti gli 85mm, il 105/2.8 macro, tutti i 70-200, tutti i Sigma Macro, il Nikon 200/2 VR. Ho usato perfino - contro ogni mia volontà - il fantastico ma frustrante Zeiss 2/135 Apo-Sonnar, il più bel 135 esistente al mondo.
 
Ma solo adesso, in questo inizio di 2017 ho forse trovato il trio delle meraviglie che mi potrà accompagnare nel futuro.
Dandomi quella ... pace dei sensi che mi può aiutare a dedicarmi alla fotografia anzichè a testare le ottiche da mettere in produzione.
 
Abbiamo in pole position il "leggendario" Nikon 105/1.4E
 
Immagine inserita
 
Nikon D5, Nikon 105mm F1.4E ad F1.4 (premere per vedere al 100%) qui il test
 
col suo bokeh inarrivabile
 
l'incroyable Sigma 85/1.4 Art con le sue prestazioni allo stato dell'arte (come già il nome dovrebbe far pensare)
 
Immagine inserita
Nikon D5, Sigma 85mm F1.4 Art ad F1.4 (premere per vedere al 100%) qui il test
 
 
e l'eccezionale (finalmente !) e concreto, solidissimo, Nikon 70-200/2.8E FL che unisce prestazioni di assoluto rilievo anche per i fissi ad una costruzione a tutta prova e che non teme nemmeno le pioggie monsoniche :
 
Immagine inserita
 
Nikon D810, Nikon 70-200/2.8E FL ad F2.8 (premere per vedere al 100%) qui il test
 
Ma quello che mi manca adesso è una reflex che mi ridia quelle sensazioni che provai con la Nikon D3x oramai 8 anni fa.
 
Avevo in mano una prestazione esemplare, alta risoluzione e un autofocus (per l'epoca) in grado di spaccare il capello.
 
Purtroppo per sfruttare al massimo queste ottiche alle alte risoluzioni la precisione dell'autofocus è essenziale.
Il resto diventa inutile se la foto non è a fuoco ad F1.4 con il 105/1.4 ...
 
Mentre poter aprire le ombre in ogni occasione, anche se l'esposizione è perfettamente corretta, consente di portare al limite le caratteristiche dello scatto.
 
E tu ci puoi mettere tutta la tua perizia, il gusto artistico, ti puoi andare a cercare soggetti e location da urlo.
Ma se al momento di fare click non hai la confidenza che devi avere con il tuo "mezzo meccanico", ti senti come un motociclista costretto a montare sulla sua moto perfettamente assettata senza tuta e in mutande e a piedi nudi.
Hai voglia ad avere manico e pelo sullo stomaco, difficilmente riuscirai ad arrivare al limite.
 
Ecco, non è psicologia, non é la ricerca della coperta di Linus.
 
Trovate le ottiche ideali, potrò raggiungere la ... vera pace dei sensori solo quando Nikon mi offrirà una D5 ad alta risoluzione (che sia monolitica, tipo D5x o mezzo formato, tipo D900 non importa, purchè sia quello che mi serve !).
 
Dopo quella difficilmente mi resterà qualche cosa ancora da desiderare ed ogni bisogno in più, veramente superfluo. Sfiziosità.
 
Come dite ? Si vede che ho abbondantemente superato i cinquanta anni.
Non me ne vergogno affatto :marameo:






Foto
Alberto Coppola
gen 11 2017 09:27

[...] Ovviamente sono il primo a dire che la foto la fa il fotografo (con la collaborazione fondamentale del soggetto, quale esso sia : un sasso, una lumaca, la volta celeste o Monica Bellucci) ma se lo scalpello non taglia, anche Michelangelo dopo un pò getta gli attrezzi a terra, manda a stendere tutti quei blocchi di marmo di Carrara che si è fatto portare in bottega e si va a fare un bottiglione di rosso ben fermo ... e chi si è visto si è visto.[...]

_________________

 

Sono perfettamente d'accordo, anche se ho una vocina dentro che mi dice che Michelangelo avrebbe scolpito qualcosa di interessante anche con un cucchiaino :))

Ma molto piccolino, se fatto con un cucchiaino.

Non certo il David che è alto qualcosa in più di 5 metri :)

Un bello scritto nel quale posso e mi sono ritravato anche io.

E' bello ritrovarsi nello stato di "pace dei sensi", per quanto mi riguarda, oltre che con gli obbiettivi, anche con il mezzo fotografico.

Foto
Dario Fava
gen 12 2017 15:35

Io invece non so come dire, ma è da quando uso fotocamere che devo scendere a compromessi da qualche parte, quindi non voglio aspettare quel che desidererei, (che grosso modo coincide con quel che desidera Mauro) perché non so se arriverà, e se non lo farà, un desiderio mancato è sempre fonte di inesauribile delusione.

Continuerò ad adeguarmi ai mezzi, sfruttandone i pregi e cercando di nasconderne i difetti.

 

Mi piacerebbe concentrarmi di più sullo stile che mi piace, e farne un metodo totalmente personale, così come mi è stato recensito da un critico, a mio avviso troppo benevolo.

Ecco il raggiungimento di quel obiettivo forse mi porterebbe alla pace dei sensi... diversamente continuerò a lottare :D

Foto
Aldo Del Favero
gen 12 2017 19:55

Noto che la pace dei sensi l'hai trovata con oggetti che sono tutti ultimi arrivi... tempo 6 mesi e scommetto che altri oggetti avranno conquistato il tuo cuore e sostituito questi... da che seguo questo sito mi sembra che la lista sia lunga degli oggetti che erano il top insostituibile e sono poi spariti dalle scene... sei uno sciupafem...obiettivi :) poverini sedotti e abbandonati...

Preciso che questa non è una critica, ognuno fa quel che gli pare... diciamo che è l'opposto del mio modo di fare, se devo cambiare un oggetto di solito è per usura o obsolescenza... :)

... sei uno sciupafem...obiettivi :) poverini sedotti e abbandonati...

 

 

:-))))) questo è vero! Però è anche vero che nel "breve" tempo che restano nella borsa di Mauro vengono sfruttati mediamente 10 volte di più che quelli nella nostre borse per tutta la vita ah ah ah  

Mauro è una persona oltre che abile in molti campi, anche fortunata.. una ragione per tutte...

 

nel nostro codice penale non vi è ( Ancora.. ma non si sa per quanto.. ) il reato di sfruttamento intensivo - compulsivo di ottiche

 

senno.. le patrie galere aprirebbero le loro porte... 

 

PS. probabile che possano poi fare una leggina contro lo sfruttamento anche dei corpi macchina..

Premesso che Aldo Del Favero ha perfettamente ragione : lui ed io siamo opposti come il bianco e il nero, il dolce e l'amaro ...

.... mi pare che non abbiate capito un Kaiser! di questo articolo.

 

Io provo tutto finchè non trovo quello che sembra fatto per me. Quello che mi serve per il mio modo di fare.

 

A quel punto rimango fedele per sempre (Nikon, Citroen, Mitsubishi, Bach, Classe A, Stax, 15 pollici, bionde_alte_6_piedi ... e potrei continuare per un pezzo).

 

Le cose citate in questo articolo dubito che usciranno da casa mia, fintanto che avrò una reflex Nikon ad alta risoluzione in grado di utilizzarle (al massimo, potrei, come dite, cambiarli per usura con altri identici ma nuovi. E' già capitato in passato- Di 70-200/2.8 VR I ne ho avuti 3 ! ;))

Foto
Filippo Maria
gen 17 2017 12:10
Concordo in tutto!
Quando scattavo solo a pellicola,trovai la.mia pace con Rolleiflex! Pur avendo avuto quasi tutte le medioformato!
Volevo un solo strumento adatto al mio stile! Non dovevo correre dietro ad un cliente!
Ora, sono un filo più razionale, ed uso quello che mi serve, in base al lavoro. Però, piacerebbe molto anche a me, avere lo strumento definitivo.
Quando correvo in moto, se il mezzo non lo sentivo,facevo tempi ancora più scadenti del solito!

Commenti recenti

Ultimi Visitatori

  • Foto
    gulliver007
    29 dic 2018 - 02:54
  • Foto
    Max Aquila
    11 dic 2018 - 01:33
  • Foto
    Roberto Geroldi
    15 ott 2018 - 12:49
  • Foto
    berri
    18 feb 2018 - 13:33
  • Foto
    Ossiani
    14 nov 2017 - 14:33