Light Style© by Fisana

Vai al contenuto






Foto
- - - - -

[personale] Vecchie glorie su mirrorless e adattatori : un merito o una iattura ?

Inviato da Lieve , 15 gennaio 2016 · 1609 visualizzazioni

[personale] Vecchie glorie su mirrorless e adattatori : un merito o una iattura ?

Mi sono comprato una XXXX modello YYYY, ho subito ordinato tre adattatori per PPPP, FFFF e OOOO, così posso provare ogni possibile obiettivo vintage e divertirmi con poco ....
 
Variano i nomi che io ho identificato con quelle lettere ma la sostanza non cambia.
 
Uno dei motivi di successo delle nuove mirrorless, specie di quelle full-frame e di quelle più ... velleitarie è la mania di adattare ogni ottica adattabile o non adattabile che sia.
 
Poco o per nulla importa se magari la qualità di quegli obiettivi era considerata "scarsa" o "da poco" già all'epoca, quando chi poteva aveva ottiche Nikon o Zeiss/Contax o Minolta o Leica e gli altri, si arrangiavano ma invidiavano i primi e appena potevano gettavano i loro vetracci per comprarsi cose serie :)
 
Già, perchè la marea di vecchia pacottiglia che viene scambiata su Ebay, in certi casi a quotazioni da autentico furto, se in poche occasioni può valere la curiosità, in altre mette veramente in imbarazzo.
 
Immagine Allegata
l'originale Meyer-Optik Trioplan 100mm F2.8 in alluminio, famoso per il suo dolcissimo diaframma a 16 lamelle e il suo sfuocato idilliaco, sottoprodotto del bassissimo contrasto della tripletta di lenti impiegate é tra i pochi obiettivi che possano produrre interesse su una mirrorless, come abbiamo avuto in vari casi, occasione di sottolineare su Nikonland.
E nonostante ciò sarebbe un obiettivo da meno di 80-100 euro per il suo valore intrinseco, a dispetto delle quotazioni a base d'asta raggiunte.
 
Immagine Allegata
un Carl Zeiss dell'altro lato della Cortina di Ferro, prodotto da quegli sfortunati operai e tecnici che gli americano non poterono portare nottetempo in occidente e quindi collettivizzati e costretti a riprodurre i vecchi schemi d'anteguerra con materiali indegni e processi forzati come quelli degli alverari Borg
 
Pensiamoci un attimo.
 
Se qualcuno di noi ha qualche anno meno di chi scrive, avrà potuto comunque vedere qualche film anni '70.
 
Un operaio medio della Germania Orientale, se entrava in graduatoria e si portava bene, poteva aspirare a poter ricevere in 72 mesi un esemplare come questo della tipica auto tedesca dell'Est, la Trabant prodotta a Berlino, con addebito mensile in busta paga per altri 84 mesi.
 
Immagine Allegata
 
ma passata l'emozione iniziale, si ritrovava per le mani un catorcio prono ad ogni accidente e guasto e finiva, ovviamente, per invidiare i cugini dell'Ovest che a Stoccarda producevano e comperavano facilmente a prezzi da dipendenti una bella Mercedes come questa
 
Immagine Allegata
la Mercedes W113 "Pagoda" del 1963
 
del resto alla manodopera scadente e svogliata che lavorava senza coinvolgimento con la stessa mancanza di partecipazione a qualsiasi prodotto, fosse farmaceutico (famose le produzioni di antibiotici ... con le fiale contenenti acqua semplice) o meccanico, si sommava la scarsa qualità della ferramenta e del vetro che dovevano più che altro rispettare criteri di economicità.
 
Il guaio è che la DDR aveva il permesso di esportare i suoi prodotti sia nel restante blocco orientale che in occidente e temo che qualcuno sia cascato in pubblicità come questa in cui ci si riferiva alla leggendaria qualità manifatturiera tedesca grazie all'avvenente bionda germanica
 
Immagine Allegata
ma senza alcun presupposto o fondamento se non in ambito puramente Comecon
 
sto parlando di prodotti della DDR perchè aveva l'infausto privilegio di poter marchiare con Carl Zeiss o Meyer-Optik (di fatto lo stesso collettivo socialista di base a Goerlitz e a Jena) ma la stessa cosa succedeva in altri paesi dell'Est, Russia compresa, dove venivano fatte pessime copie di obiettivi occidentali d'ante guerra.
I reporter russi che usavano questo materiale sulle loro Leica preda di guerra, ambivano ovviamente ad avere oggetti originali ottenuti di contrabbando, quando incontravano i loro colleghi occidentali. Chi si accontentava delle Kiev doveva abbozzare.
 
Immagine Allegata Immagine Allegata
 
Tutto questo preambolo che ci riporta idealmente alla Guerra Fredda e in particolare a cavallo degli anni '60 e '70, per dire che personalmente trovo una vera iattura deprecabile che le mirrorless adesso consentano questa universalità di montaggio per effetto del tiraggio corto, di recuperare roba che era finita nei cassetti o nelle vetrinette insieme alla chincaglieria e ai soprammobili in onice.
 
Perchè, come dicevo all'inizio, ognuno si fa prendere dalla smania di utilizzare cose che i suoi genitori o i suoi nonni avrebbero denigrato con la pellicola permissiva della loro epoca, per farci le sue fotografie con l'ultimo grido tecnologico di oggi da 24 o da 36/42 megapixel.
 
Immagine Allegata
una Sony A7 con un adattatore e davanti un cimelio tetesco
 
Non ci sono scuse, secondo me per spendere migliaia di euro in un corpo macchina all'avanguardia e poi limitarsi a sfruttarlo con cimeli di poco conto, spesso senza nemmeno il valore sentimentale di essere "le vecchie ottiche di papà", mentre esistono fior di obiettivi della vera Zeiss di oggi, prodotti per le moderne macchine che consentono di sfruttarne ogni piccola nuance potenziale.
 
Sapete cosa vi dico ? Farò una petizione alle Nazioni Unite per mettere al bando tutta questa roba e rottamarla in una specie di olocausto dei ferrivecchi stile Fahrenheit 451 in modo da sviluppare una ferrea coscienza collettiva contraria a tale pratica :)
 
Immagine Allegata
 
Insomma, per le nuove mirrorless esistono obiettivi progettati con i criteri attuali, veri gioielli della tecnica che, spesso, ne preservano anche la prerogativa di restare compatte e leggere a differenza di quanto può diventare goffa una mirrorless con davanti un vecchio tele
 
Perchè a me, una combinazione come questa :
 
Immagine Allegata
 
sembra
 
Immagine Allegata
 
e tenderei a vietarla per legge :marameo: perchè nuoce gravemente alla sensibilità fotografica di oggigiorno e induce inconsapevolmente verso la frustrazione per gli evidenti risultati modesti in una spirale involutiva inarrestabile :(
 
[ovviamente ognuno si diverte come vuole o può ma una sana riflessione sui reali scopi del fotografare dovremmo farla periodicamente]
 






Foto
Max Aquila
gen 15 2016 15:04

Io ho acquistato per un periodo su ebay obiettivi a baionetta Exakta, il primo sistema reflex di piccolo formato.

Una marea di offerta nella quale, studiando, selezionare i pezzi piu' interessanti tra i quali pochissimi ulteriormente quelli realmente performanti...venti anni fa, su pellicole ben differenti da quelle per le quali questi obiettivi furono progettati (prevalentemente emulsioni in bianco e nero)

 

Per cui distinguere oggi tra un mediotele ed un altro in funzione di un coating spalmato sessanta e piu' anni orsono (non ancora multi, per cui si dovranno aspettare gli anni 70 e gli obiettivi Pentax) che serviva a riequilibrare le fortissime dominanti cromatiche delle pellicole a colori in funzione dei moderni sensori, ritengo decisamente sia solo un gioco (al massacro...del sensore).

 

Oppure spacciare per interessanti, diffrazioni introdotte da diaframmi artigianali e del tutto inadeguati (rispetto ai coevi degli obiettivi piu' quotati) mi sembra pari al mortificare un moderno obiettivo con un filtro di pessima qualita' (anzi....anche soltanto con un filtro...e basta)

 

 

Ognuno e' libero, certo: ma qui su Nikonland ribatteremo sempre...

 

Con Lomo e Holga giocavo ai tempi di Gorbaciov...sempre su pellicola, pero'!

Effettivamente, senza ergonomia e praticità non ha senso mirrorless, quindi sto facendo accoppiamenti che possano ridarmi la stessa sensazione delle amate leica m...

26717549092_3a0acb67aa_z.jpgDSC06251 by Mauro Scacco, su Flickr

E perchè non comprare una Leica M digitale ?

Commenti recenti

Ultimi Visitatori

  • Foto
    gulliver007
    29 dic 2018 - 02:54
  • Foto
    Max Aquila
    11 dic 2018 - 01:33
  • Foto
    Roberto Geroldi
    15 ott 2018 - 12:49
  • Foto
    berri
    18 feb 2018 - 13:33
  • Foto
    Ossiani
    14 nov 2017 - 14:33